Campagna trasferimenti. Carrarese, il mercato non è una priorità. La rosa è competitiva

La società potrebbe cercare una nuova destinazione agli atleti meno utilizzati .

di GIANLUCA BONDIELLI -
4 gennaio 2024
Carrarese, il mercato non è una priorità. La rosa è competitiva
Carrarese, il mercato non è una priorità. La rosa è competitiva

L’imminente ripresa del campionato in Serie C si mescola con i movimenti di un campagna trasferimenti appena riapertasi ma che non sembra coinvolgere più di tanto al momento Carrarese e Fermana. In casa azzurra non sono previste grandi manovre anche perché la squadra non ne necessita. Semmai qualche operazione che possa andare a perfezionare la rosa, quella sì. Diversi nuovi “acquisti“, comunque, Dal Canto potrebbe ritrovarseli in casa visto che ci sono giocatori come Capezzi, Morosini e Grassini che a causa di infortuni sono stati impiegati poco o nulla.

Ci sono altri elementi, invece, che non hanno reso all’altezza delle aspettative. Anche qui ci sarà da capire se aspettarli o meno. In ultimo andranno fatte delle valutazioni sugli elementi fin qui meno utilizzati. Al giovane Opoola, a esempio, si potrebbe trovare una destinazione che gli permetta di trovare più spazio. Se per la Carrarese il mercato non è una priorità per la Fermana ha margini stretti per altri motivi. Manca liquidità e solo in caso di uscite potranno esserci delle entrate. Un difensore centrale ed un esterno d’attacco che veda la porta sono i “desiderata“ del ds Massimo Andreatini. Per ora, però, tra i canarini è da registrare soltanto la risoluzione del difensore Andrea Gasbarro. Da qui a sabato pomeriggio, quando a Fermo è previsto lo scontro di campionato valevole per la prima giornata del girone di ritorno, è improbabile che una delle due squadre metta qualche innesto di valore nel proprio motore.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su