Carrarese Serve una rosa più competitiva. Schiavi e Capezzi, due certezze in mediana

In difesa c’è da inserire un paio di elementi per garantire più esperienza mentre in attacco va alzata l’asticella con un bomber di razza

di GIANLUCA BONDIELLI -
18 giugno 2024
Carrarese Serve una rosa più competitiva. Schiavi e Capezzi, due certezze in mediana

Carrarese Serve una rosa più competitiva. Schiavi e Capezzi, due certezze in mediana

La Carrarese non vuole essere una meteora. Il campionato di Serie B è notoriamente uno dei più difficili in assoluto dove in ogni giornata può succedere di tutto; anche che il Lecco, ultimo, batta il Parma, primo in classifica. Cos’ha e cosa manca alla squadra apuana essere competitiva? Gli azzurri, intanto, partono col vantaggio non indifferente di avere un tecnico, un impianto di gioco e un gruppo di giocatori già collaudati. Un’intelaiatura che andrà necessariamente rafforzata con almeno 4 o 5 acquisti di categoria. L’altro elemento fondamentale che manca è lo stadio. E’ impensabile tenere botta in Serie B senza poter sfruttare il vantaggio di giocare sul proprio campo e davanti al proprio pubblico. Ma analizziamo i vari reparti per capire quali potrebbero essere le necessità tenendo conto dei 14 giocatori al momento sotto contratto.

DIFESA – Una priorità è cercare di rinnovare il prestito di Bleve, dimostratosi portiere di grande affidabilità. Con 30 reti subite la Carrarese ha avuto la quinta miglior difesa tra i 60 club di Serie C. Basterà confermarla? Imperiale (25 anni) è uno degli elementi di maggior prospettiva. La B l’ha vista solo di sfuggita a Empoli ma adesso può farla da protagonista. Anche Illanes (27 anni) in B ha fatto solo una fugace apparizione. L’argentino nella rosa potrebbe starci ma non come primadonna. Coppolaro (27 anni) nella serie cadetta ci è nato esordendovi a 17 anni con la Reggina e girandola poi in lungo e largo con Latina, Brescia, Venezia e Entella. Assieme a Di Gennaro (30 anni), che l’ha già fatta a Livorno e Alessandria, potrebbe garantire un po’ d’esperienza ma la sensazione è che serviranno uno o due titolari del ruolo.

CENTROCAMPO – Schiavi e Capezzi (entrambi 29 anni) potrebbero rappresentare due certezze. L’argentino è nel pieno della maturità mentre per il fiorentino la C è stata un’incidente di percorso. Ha sempre galleggiato tra A e B dove ha ottenuto anche una promozione con la Salernitana. Un altro elemento su cui c’è grande fiducia è Cicconi (27 anni) che ha potenzialità per far bene in una categoria soltanto intravista con le maglie di Como ed Entella. Potrebbe rappresentare una sorpresa Zanon (23 anni) che ha fatto 2 promozioni in 3 anni bruciando le tappe. Qualche dubbio sussiste su Della Latta (31 anni), decano della C ma mai misuratosi nella categoria superiore, e su Grassini (24 anni) non arrivato ancora alla piena maturazione mentre Palmieri (28 anni) potrebbe essere una buona scommessa per completare il reparto. Anche qui in ogni caso serviranno due o tre acquisti di spessore.

ATTACCO – In rosa rimangono Finotto (31 anni), Capello (28) e Panico (27). Tutti giocatori che dalla B ci sono passati facendovi diverse stagioni. Sono punte che ci possono stare ma è logico che servirà alzare l’asticella ultimando il parco attaccanti con un bomber di razza.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su