Civitanovese, le strategie. Domizi resta in rossoblù

Il centrocampista si è fatto apprezzare nel campionato di Eccellenza. La dirigenza sta parlando con la punta Spagna su cui c’è pure la Maceratese. .

14 giugno 2024
Civitanovese, le strategie. Domizi resta in rossoblù

Civitanovese, le strategie. Domizi resta in rossoblù

Jacopo Domizi sarà ancora un giocatore rossoblù. Il centrocampista classe 2003 continuerà così la sua avventura con la maglia della Civitanovese anche nel prossimo campionato, quando la formazione adriatica, neopromossa dall’Eccellenza, affronterà il campionato di serie D. Una bella notizia per gli sportivi rossoblù: nella stagione appena conclusa è stato un titolare inamovibile, collezionando prestazioni di spessore e destando ogni volta ottima impressione. Assieme all’attuale capitano Ivan Visciano, Domizi ha composto la mediana rossoblù nel 4-2-3-1 proposto, con successo, dal tecnico Sante Alfonsi in quasi tutto l’arco del massimo torneo regionale. Il giocatore è infatti in grado di abbinare qualità e quantità, vantando abilità sia in fase di non possesso che nell’impostazione della manovra. Oltretutto conosce la serie D avendo giocato e vinto un campionato con la maglia del Pineto (2022-23).

Con le conferme di Domizi e Visciano, l’innesto di Nicola Zanni e il probabile arrivo di Leonardo Maria Gentile, la Civitanovese avrebbe già puntellato il centrocampo e l’attenzione della dirigenza potrebbe allora spostarsi su altri reparti non ancora del tutto definiti, come la porta, dove si attende l’arrivo di almeno un estremo difensore. Le conferme già citate si aggiungono a quella dello stesso Visciano, oltre che di Marco Passalacqua, Matteo Ercoli, Andrea De Vito, Gabriel Fernando Candia, Andrea Cosignani, Kevin Buonavoglia, Valentin Franco e Thiago Guedack. Altre possibili permanenze sono quelle di Lorenzo Pasqualini, Federico Ruggeri, Alex Strupsceki, Ramiro Brunet e dell’attaccante Stefano Spagna, tuttavia quest’ultimo piace alla Maceratese.

La dirigenza monitora gli under e qualche giovanissimo potrebbe essere stato individuato nel test congiunto che si è tenuto mercoledì scorso al Polisportivo, cui hanno partecipato giovanissimi provenienti anche da fuori regione che sono stati seguiti con molta attenzione.

Francesco Rossetti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su