Eccellenza. Borrelli: "Il Tolentino si sta avvicinando all’alta classifica»

Il Tolentino si prepara alla ripresa del campionato di Eccellenza con l'obiettivo di raggiungere i piani alti della classifica. Davide Borrelli, giocatore della squadra, afferma che la pausa di fine anno è stata utile per recuperare gli acciaccati e caricare fisicamente. Il campionato è incerto e la sfida sarà dura.

31 dicembre 2023
Borrelli: "Il Tolentino si sta avvicinando all’alta classifica"
Borrelli: "Il Tolentino si sta avvicinando all’alta classifica"

Oggi e domani il Tolentino si ferma di nuovo per un paio di giorni di riposo per poi ricominciare subito ad allenarsi in vista della ripresa del campionato, fissata per domenica 7 gennaio, quando al "Della Vittoria" arriverà la Sangiustese per la prima giornata di ritorno dell’Eccellenza. Facciamo così il punto della situazione assieme a Davide Borrelli, uno dei giocatori più esperti che vestono quest’anno la maglia cremisi.

Borrelli, come sta andando questa pausa di fine anno?

"Abbiamo fatto finora un buon lavoro, cercando di recuperare gli acciaccati e caricando un po’ sul piano fisico per mettere fieno in cascina in vista della seconda parte della stagione".

Lei come sta?

"Bene, riesco ad allenarmi con continuità e questo mi permette di gestire al meglio la mia preparazione. Sono contento di com’è andata la prima parte del campionato".

Con l’arrivo di Possanzini anche il Tolentino viaggia su binari più consoni al proprio blasone: è d’accordo?

"Prima della sosta siamo stati bravi a fare un filotto strepitoso: cinque vittorie e un pareggio. Peccato non essere riusciti a battere il Montegiorgio! In ogni caso, sì... Siamo andati bene e abbiamo chiuso l’anno nel modo migliore".

Ora vi attende una seconda parte tutta da scoprire, certamente non facile.

"Il ritorno è sempre in salita, ecco perché è importante ricaricare le batterie in questo momento. La stagione è lunga, bisogna avere benzina per arrivare bene fino in fondo".

Peraltro è un campionato piuttosto incerto, giusto?

"Pure questo è vero, è un torneo molto avvincente che non ha ancora una squadra padrona, visto che nel girone d’andata è cambiata più volte la capolista. Certo, Civitanova è forte, e non sorprende la leadership di Chiesanuova, formazione che ha giocatori forti per la categoria, basti pensare ad esempio a Sbarbati. Poi ci sono Montegranaro, Urbino, Maceratese che pure sono formazioni ottimamente attrezzate. Sarà dunque una bella sfida".

E il Tolentino?

"In sordina ci stiamo avvicinando ai piani alti della classifica e nella seconda parte del campionato bisognerà vedere se riusciremo pure noi a dire la nostra. Stiamo lavorando per farci trovare pronti".

Mauro Grespini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su