Forlì, il felice rientro di Maggioli: "Il mio gol? Il colpo di testa ce l’ho"

Il difensore ha siglato il raddoppio nel blitz 1-3 a Certaldo: "Un’altra prestazione importante della squadra"

di MARCO LOMBARDI -
23 gennaio 2024
Forlì, il felice rientro di Maggioli: "Il mio gol? Il colpo di testa ce l’ho"
Forlì, il felice rientro di Maggioli: "Il mio gol? Il colpo di testa ce l’ho"

Quello di Clemente Maggioli, a Certaldo, è stato un ritorno in campo in grande stile, a fugare ogni dubbio sulle sue condizioni fisiche. Smaltito l’infortunio che l’ha tenuto ai box per due settimane, il coriaceo difensore italo-venezuelano si è infatti tolto lo sfizio di realizzare il secondo dei tre gol con cui il Forlì ha demolito i toscani, dopodichè si è abbandonato a un’esultanza liberatoria venendo sommerso dall’abbraccio dei compagni.

Maggioli, un’altra prova di forza del Forlì.

"Sì, è stata l’ennesima prestazione importante, oltretutto su un campo insidioso, anche per il fondo imperfetto, dove Ravenna e Victor San Marino hanno lasciato punti pesanti. Il Certaldo poi ha due attaccanti bravi che ci hanno creato qualche pericolo. Ma noi abbiamo interpretato bene la partita e il gol trovato nel primo tempo ci ha permesso di giocare con più tranquillità nella ripresa".

Suo il raddoppio, una rete da attaccante di razza.

"Il colpo di testa è una delle qualità che posso mettere a disposizione. Sono contento che il gol sia arrivato proprio in questa fase della stagione".

A chi si ispira nel suo ruolo?

"Javier Zanetti. Lo ammiro molto per i valori che ha saputo trasmettere all’Inter e ai suoi tifosi: per me è un esempio".

Dopo aver timbrato, è stato festeggiato da tutti i compagni: cosa c’è in quel gesto?

"Ormai capita ogni volta che facciamo gol. È un gesto bellissimo perché certifica la compattezza del gruppo, quella che ci ha portato finora a grandi risultati. Finché sapremo soffrire e gioire insieme, ci toglieremo delle belle soddisfazioni".

Venti punti nelle ultime otto partite, un passo da promozione: quanto ci credete?

"Sono numeri importanti, che ci proiettano nell’alta classifica e riempiono d’orgoglio. Però dobbiamo badare a fare bene ogni domenica, senza farci distrarre dalla classifica".

Sarà derby Ravenna-Forlì per la vittoria finale?

"È ancora presto per dirlo: il girone di ritorno è appena iniziato e ci sono altre compagini, come Victor San Marino e Lentigione, che stanno facendo molto bene".

Domenica arriva il Sangiuliano City, grande delusione ma in ripresa: altra gara difficile.

"È una squadra con un organico importante, infarcito di giocatori che hanno militato in categorie superiori, quindi non va assolutamente sottovalutata. Hanno avuto però un inizio di stagione travagliato, per cui la classifica dei milanesi è bugiarda: meritano sicuramente la parte sinistra. Detto ciò, mi aspetto una partita in cui si giocherà a calcio, visto che entrambe le squadre dispongono di valori tecnici non indifferenti. E noi ovviamente giochereno per vincere facendo di tutto per riuscirci".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su