Il Seravezza gira secondo. Andata da quasi imbattuto

La recente “pareggite acuta“ non scalfisce la meravigliosa prima parte di annata

22 dicembre 2023
Il Seravezza gira secondo. Andata da quasi imbattuto
Il Seravezza gira secondo. Andata da quasi imbattuto

Gira la boa con 35 punti (frutto di 10 vittorie, 5 pareggi e appena 2 sconfitte) il Seravezza “delle meraviglie“ di Christian Amoroso, che tocca uno dei punti più alti della propria storia chiudendo il girone d’andata in D da secondo in classifica a -1 dalla Pianese campione d’inverno. Notevoli i numeri verdazzurri, non scalfibili nemmeno dalla recente “pareggite acuta“. Mercoledì coi cugini rivali del Forte Querceta imbottiti di ex (fra cui l’autore del pari Podestà) è giunto per il Seravezza il quarto 1-1 consecutivo (che ha fatto seguito alle precedenti 4 vittorie di fila) che è anche il 10° risultato utile consecutivo. La squadra di Amoroso non perde dal 22 ottobre... ed in questa prima metà di campionato è caduta soltanto due volte, entrambe di misura 2-1 contro le maremmane Follonica Gavorrano in casa e Grosseto in trasferta. Ha segnato la bellezza di 30 gol (secondo miglior attacco, anche qui dietro solo alla Pianese che ne ha fatti 33) mandando a rete ben 11 giocatori diversi (i 3 migliori realizzatori sono stati Benedetti con 9 centri di cui 4 rigori, il 2005 Brugognone con 6 e l’immarcabile Camarlinghi con 5 più un autogol indotto). E ne ha subiti 17.

Un pizzico di rammarico (per aver ultimamente perso diverse occasioni di balzare al comando della classifica firmando il sorpasso in vetta) rimane inevitabilmente, specialmente dopo l’1-1 nel derby di mercoledì in cui i seravezzini avevano trovato subito il vantaggio contro la penultima della classe. L’idea di fare il Natale da primi della classe allettava e non poco. Ma Christian Amoroso e i suoi hanno comunque di che sorridere per ciò che hanno fatto sinora. "Chiaramente avrei preferito vincere il derby... anche perché era nelle nostre possibilità – commenta l’allenatore verdazzurro – il primo tempo lo abbiamo fatto buono e le cose funzionavano. Non siamo stati bravi a portarla all’intervallo in vantaggio. Nel secondo tempo poi fra perdite di tempo e cambi in pratica si è giocato pochissimo. Loro hanno sporcato la partita come volevano, pensando solo a distruggere. Noi siamo andati anche in difficoltà. E questo non va bene. Abbiamo sbagliato alcune scelte nei momenti clou. Ora ci riposiamo e ricarichiamo le batterie".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su