La Robur deve tenere alta l’attenzione. C’è sempre il rischio di stop inattesi

Il Siena, capolista imbattuta, si prepara ad affrontare il Pontassieve, fanalino di coda, con rispetto e attenzione. La squadra vuole chiudere la pratica promozione il prima possibile. Prossime sfide: Scandicci, Rondinella Marzocco, Colligiana, Signa, Baldaccio Bruni, Audax Rufina, Castiglionese, Mazzola e Nuova Foiano.

8 febbraio 2024
La Robur deve tenere alta l’attenzione. C’è sempre il rischio di stop inattesi
La Robur deve tenere alta l’attenzione. C’è sempre il rischio di stop inattesi

Siena-Pontassieve è una di quelle partite che sulla carta ha già il destino segnato: da una parte c’è la capolista, la corazzata, la squadra più attrezzata del girone, quella che non ha mai perso, che segna tanto e di reti ne prende anche poche. Dall’altra c’è il fanalino di coda, una squadra partita per respirare l’aria di alta classifica e inciampata subito al pronti via, quindi costretta a rincorrere, con l’ossigeno azzerato. Ma la carta è una cosa, il campo un’altra e il Siena, la capolista, dovrà affrontare il Pontassieve, l’ultima della classe, con rispetto e attenzione. Sottovalutare l’impegno un rischio da non correre, anche in considerazione degli ultimi disperati tentativi degli avversari di rimediare a una situazione che appare ormai compromessa, e che hanno portato, nelle ultime settimane, qualche frutto. E la Robur di rischi non vuole correrne, impegnata a chiudere il prima possibile la pratica promozione, a raggiungere il traguardo anche prima del gong, sempre più vicino. Dieci turni, trenta punti, tanti ne mancano: dopo la sfida con il Pontassieve, i bianconeri andranno a bussare alla porta dello Scandicci, probabilmente in anticipo, con la gara che dovrebbe dispurtarsi allo stadio Bozzi-Due Strade, per consentire ai tifosi della Robur di potervi assistere. Il mese di febbraio si chiuderà poi con la gara casalinga con la Rondinella Marzocco. La prima gara di marzo vedrà invece i ragazzi di Magrini all’opera di nuovo al Manni di Colle Val d’Elsa, per affrontare la ‘padrona di casa’ Colligiana. La settimana successiva andrà poi in scena la sfida con il Signa, attualmente secondo, a -12 dai bianconeri. Dopo la trasferta sul campo della Baldaccio Bruni il campionato si fermerà per due giornate, per riprendere domenica 7 aprile, con Bianchi e compagni impegnati in casa con l’Audax Rufina. Chiuderanno il campionato Castiglionese-Siena, Siena-Mazzola e Nuova Foiano-Siena. Tornando al presente, a Uopini prosegue la preparazione della squadra: mister Magrini, per la partita con il Pontassieve, salvo intoppi settimanali, avrà tutti gli uomini a disposizione a parte Cristiani e Aseged Ivan, che proseguono nel proprio percorso di recupero. I biglietti per assistere alla partita saranno disponibili domani sera e sabato sera, dalle 18 alle 19 al sottopassaggio alla Lizza o domenica allo stadio a partire dalle 13,15.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su