L’Arezzo blinda Pattarello. Cutolo lavora per Mawuli

Il direttore sportivo punta al rinnovo dei prestiti e non vuole cedere i pezzi pregiati

14 giugno 2024
Cutolo lavora per Mawuli

Cutolo lavora per Mawuli

di Luca Amorosi

AREZZO

Già dalla scorsa finestra di mercato in pieno inverno si era capito che Emiliano Pattarello (nella foto) sarebbe stato il tema caldo del lungo calciomercato estivo degli amaranto. Non poteva essere altrimenti, dopo una stagione che lo ha visto fare il salto di qualità che il calciatore stesso e gli addetti ai lavori si attendevano. Nell’annata che ha segnato il ritorno tra i professionisti dell’Arezzo e dello stesso esterno offensivo, il classe 1999 di Dolo, provincia di Venezia, ha collezionato ben 37 presenze tra campionato, coppa Italia di serie C e playoff con otto gol segnati e sei assist. Numeri che lo hanno messo in luce, dicevamo, già lo scorso gennaio, quando la Reggiana aveva provato a riportarlo in Emilia, dove era cresciuto calcisticamente militando nelle giovanili del Bologna allenato proprio da Emanuele Troise. La stessa società granata sembra essere tornata alla carica per l’attaccante, insieme ad altri due club di serie B, Cosenza e Sudtirol. Pattarello, proprio lo scorso inverno, ha comunque firmato un prolungamento di contratto fino al 2027 con un importante adeguamento dell’ingaggio. Ciò significa che il calciatore è blindato, a meno di offerte davvero irrinunciabili. Lo ha ribadito anche il direttore Nello Cutolo, che non vuol sentire parlare di cessione: per alzare l’asticella come annunciato, infatti, gli elementi migliori devono essere trattenuti. Inoltre, l’arrivo di Troise in panchina è un indizio in più sulla volontà di mettere l’attaccante veneto al centro del progetto, visti appunto i trascorsi nel vivaio dei felsinei.

Il calciomercato, però, non è ancora neanche iniziato ufficialmente e le sue vie, si sa, sono infinite, soprattutto d’estate. Una di queste, per esempio, potrebbe riguardare anche il centrocampista Shaka Mawuli, rientrato proprio al Sudtirol alla scadenza del prestito annuale. Cutolo non ha nascosto di voler fare un tentativo per riportarlo in amaranto e chissà che Pattarello non possa rientrare persino in una trattativa più ampia con la società altoatesina, nonostante la volontà, lo ribadiamo, di trattenere l’attaccante in Toscana. A proposito di attaccanti, ma in entrata, nelle ultime ore si è vociferato di un interessamento per Giacomo Parigi dell’Arzignano Valchiampo. Aretino classe 1996, per lui si tratterebbe un ritorno in città dopo un lungo girovagare in C con le maglie di Cosenza, Forlì, Akragas, Virtus Francavilla, Paganese, Olbia, Vibonese, Picerno, Campobasso e appunto Arzignano, dove nella scorsa stagione ha messo a segno otto reti. Nello Cutolo, però, ha smentito un eventuale interessamento.

Ufficializzato lo staff tecnico di Troise: oltre ai nomi già annunciati del vice Domenico Di Cecco e del preparatore atletico Matteo Basile, che verrà affiancato dal riconfermato Maurizio Pecorari, ne faranno parte l’allenatore dei portieri Francesco Franzese e il match analyst Domenico Scognamiglio, fresco di vittoria del campionato con la Juve Stabia dove svolgeva lo stesso ruolo nello staff di Guido Pagliuca.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su