Lume, un passo alla volta: "Ora centriamo la salvezza"

Il presidente Caracciolo fissa gli obiettivi verso il finale di stagione "Credevamo ai playoff ma i risultati ci hanno un po’ ridimensionato".

di LUCA MARINONI -
15 marzo 2024
Lume, un passo alla volta: "Ora centriamo la salvezza"

Andrea Caracciolo, 42 anni,. ha chiuso la carriera da calciatore nel Lumezzane per poi diventare direttore sportivo del club e oggi presidente dei rossoblu

Aperi C, il programma YouTube di Lega Pro dedicato interamente al Campionato di Serie C, ha festeggiato la propria decima puntata con la presenza di un ospite speciale: Andrea Caracciolo, ex attaccante con oltre 200 presenze nella massima serie del calcio italiano e che oggi veste i panni di presidente del Lumezzane. "Fare il giocatore è bellissimo, ma ora faccio il presidente e mi piace - sorride l’ex bomber -. Lo sono diventato quasi per caso visto che ero il direttore sportivo ed in due mesi mi sono trovato a ricoprire un ruolo per cui non ero preparato".

Sugli obiettivi stagionali e sul tecnico Franzini che ha appena festeggiato le 100 presenze col club, Caracciolo dice: "I risultati si sono rivelati migliori delle aspettative ed abbiamo iniziato a credere nei playoff, ma il momento difficile che stiamo attraversando ci ha un po’ ridimensionati. In questo momento il risultato da raggiungere è la salvezza. Franzini ha sposato il progetto Lumezzane quando eravamo in Eccellenza e, pur essendo un profilo da categoria superiore, ha capito la nostra visione e l’ha condivisa".

Da bomber a bomber, il presidente Carcciolo si è poi soffermato sul neoacquisto Galabinov: "È un giocatore che sa riempire l’area di rigore ed è ciò che ci mancava. Lui cercava un riscatto e noi siamo stati pronti, come Lumezzane, ad accoglierlo. Può ancora dare qualcosa al calcio professionistico". Poi, parlando della formazione femminile e del settore giovanile ha aggiunto: "Abbiamo un gruppo formato da brave ragazze e gestito da un’allenatrice che sa farle giocare molto bene. L’obiettivo è andare in Serie B. Ci vogliono tanti anni per costruire un settore giovanile importante. C’è bisogno di istruttori e non di allenatori perché i più piccoli devono divertirsi e crescere. Puntiamo molto sul nostro territorio. Vogliamo portare in prima squadra i ragazzi del nostro settore giovanile e crescere insieme a loro". E ancora: "Le qualità di Filigheddu sono importanti e si vedevano sin dai primi allenamenti. Per quanto riguarda Spini, lui ha un motore da categoria superiore e un’età in cui può e deve migliorare", ha concluso il presidente sui giovani del Lumezzane.

Poi Caracciolo ha commentato in merito al progetto “Noi ci teniamo”. "Quando parlai per la prima volta con il nostro main sponsor, nonché socio, Ludovico Camozzi, lui menzionò l’attività sociale che doveva coinvolgere i giovani di Lumezzane. Ora quell’idea è diventata realtà".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su