Milan, la Curva protesta: “Contro il Genoa sciopero del tifo”

I tifosi rossoneri: “La società prosegua nella linea di investimenti e punti su un allenatore che sappia stimolare il gruppo”. E spunta una rosa di nomi per sostituire Pioli

di LUCA MIGNANI -
3 maggio 2024
La curva sud del Milan

La curva sud del Milan

Milano, 3 maggio 2024 – Niente tifo contro il Genoa: la Curva del Milan annuncia lo sciopero per la partita di domenica alle ore 18. Nel mirino, un'altra volta, la società alla quale si chiedono investimenti (“proseguendo sulla linea intrapresa la scorsa stagione”) e un allenatore “che sappia stimolare il gruppo”. Il comunicato: “Domenica contro il Genoa Curva Sud Milano ed AIMC non esporranno striscioni/bandiere/stendardi e si asterranno da qualsiasi forma di tifo. Invitiamo tutto il resto del pubblico presente allo stadio ad unirsi a questa forma di protesta che ha come unico obiettivo, quello di incentivare la società a proseguire nella linea d’investimenti intrapresa la scorsa stagione, puntando su un allenatore che sappia stimolare il gruppo e valorizzare i giovani, facendo acquisti mirati nei ruoli lasciati scoperti questa stagione”. E ancora: “Non spetta a noi come sempre fare scelte e nomi, la cosa importante è che la società mandi un segnale chiaro e forte di voler rafforzare il progetto imbastito la scorsa estate. Sempre con il Milan nel cuore!”. Anche prima della partita con la Juventus il tifo organizzato aveva mandato un messaggio inequivocabile, sempre alla società e sempre in tema allenatore, dicendo la propria sul possibile arrivo, come successore di Pioli, di Lopetegui. “Le voci relative al futuro allenatore ci fanno capire ancora una volta di più come l'ambizione di rivivere i tempi che furono non sia prerogativa primaria di questa società”. Aggiungendo: “La scelta del nuovo mister ci farà già capire molto”. La palla passa alla società: oltre a Lopetegui, sono numerosi i candidati. Da Fonseca (Lille) a De Zerbi (Brighton), da van Bommel (Anversa) a Tedesco (Belgio), passando per Thiago Motta su cui la Juventus è in vantaggio. Tra i nomi invocati dalla piazza c'è quello di Conte che, però, appare lontano dai piani della società (contrariamente a quelli di Chelsea e Napoli) Domenica il Milan torna in campo, dopo lo 0-0 con la Juventus che ha tenuto i bianconeri a cinque punti di distanza, per blindare il secondo posto contro il Genoa dell'ex Gilardino. Rossoneri ancora senza Calabria (squalificato) e Maignan (problema muscolare), a cui si aggiungono Musah (squalificato) e Loftus-Cheek (problema muscolare). E senza tifo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su