Mosconi ha conquistato la Fermana. Contro il Sestri Levante tutti a raccolta

Fischio d’inizio in programma per domani alle 18 e 30. La tifoseria, dopo il cambio in panchina, si è ricompattata attorno alla squadra

16 marzo 2024
Mosconi ha conquistato la  Fermana. Contro il Sestri Levante tutti a raccolta

Il neo tecnico gialloblu Mosconi insieme ad Andreatini

L’ennesima bolgia al Recchioni, ci si aspetta solo questo. Manca sempre meno alla sfida tra Fermana e Sestri Levante e l’ambiente gialloblù è particolarmente carico. Fischio d’inizio in programma per domenica 17 alle ore 18:30. La tifoseria, dopo il cambio in panchina, si è ricompattata attorno alla squadra per non farsi sfuggire dalle mani le ultime speranze di salvezza. Sanno più di tutti quanto conta mantenere la categoria e ora in testa c’è solo il presente. A quello che succederà a fine stagione e al perché di un’annata così complicata, ci si penserà poi. I tifosi hanno fin da subito dimostrato vicinanza al nuovo mister Andrea Mosconi. Già dalla rifinitura del sabato al Recchioni prima della partita contro il Pineto, decine e decine di supporters gialloblù erano entrati al Bruno Recchioni per incitare la squadra e dare il benvenuto al nuovo allenatore. Lo stesso Mosconi, nelle parole dopo il pareggio contro gli abruzzesi, aveva elogiato i tifosi: "In casa abbiamo la fortuna di giocare 12 contro 11. I tifosi sono stati eccezionali e mi sento di ringraziarli. Sabato erano venuti a incitarci e non è facile in questa situazione. È una tifoseria intelligente e hanno dimostrato di avere un grande cuore. Dobbiamo portare avanti questa sinergia e Dobbia sempre meritarcela. Vogliamo regalargli tre punti a questi splendidi tifosi, se li meritano". La prestazione contro il Pineto era stata più che soddisfacente per la Tribuna Laterale. Il rammarico per non aver centrato i tre punti era tanto, ma era ancora più forte l’aver visto una squadra che lotta su ogni pallone come fosse l’ultima. "Il termometro è il pubblico, quando di applaude vuol dire che hai dato tutto", così aveva commentato mister Mosconi. È arrivato da poco più di una settimana, ma l’allenatore ha stretto subito un bel legame con la piazza a suon di cuore e personalità. In settimana l’ambiente è stato gasato. In primis contro gli errori arbitrali, e non c’è niente che unisce di più del trovare un nemico comune, soprattutto se così evidente come in questo caso. Nel mezzo c’è stata anche la conferenza di presentazione di Mosconi che ha ulteriormente chiamato a raccolta i tifosi. "Piacevolmente stupito dall’ambiente: bello, puro. Domenica sono stati emozionanti. Adesso ai ragazzi serve una pacca sulla spalla durante i 90 minuti". Difficilmente un allenatore che non aveva mai avuto niente a che fare con la Fermana ha instaurato un rapporto del genere con la tifoseria in così poco tempo. Sarà la forza della disperazione, ma Mosconi ha già conquistato i fermani. Ieri il club ha anche pubblicato sui social un post per invitare tutti i tifosi a sostenere la squadra allo stadio. Ora però servono i risultati per consolidare questa bella sinergia, perché i tifosi se lo meritano. Meritano di avere ancora una speranza.

Filippo Rocchi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su