Prato, Berti è il nuovo ds: "Legato a questi colori"

Il direttore sportivo è legato al club che segnò proprio il suo esordio come portiere professionista. Mercato: in arrivo il centrocampista Remedi .

13 giugno 2024
Prato, Berti è il nuovo ds: "Legato a questi colori"

Prato, Berti è il nuovo ds: "Legato a questi colori"

E’ arrivata anche l’ufficialità. Gianluca Berti (foto a sinistra) è il nuovo direttore sportivo del Prato. Berti, direttore sportivo in serie C con la Carrarese e, nelle due ultime due stagioni, direttore generale con il Signa, ha alle spalle anche una importante carriera come portiere professionista. Il suo esordio è stato proprio con il Prato Calcio e poi ha vestito le maglie di Roma, Fiorentina, Genoa, Sampdoria, Empoli, Palermo e Parma in serie A. "Quando si è presentata l’occasione la scelta è stata semplice per me. Sono cresciuto nel Prato e poi ho fatto la mia carriera da professionista, ma quella biancazzurra è sempre rimasta una società importante, alla quale sono legato. E’ una questione affettiva – commenta proprio Berti -. A Prato vorrei fare le cose per bene. Qui ho trovato nuovi stimoli. Il Prato negli ultimi anni ha faticato e meriterebbe altre categorie, per le potenzialità che ha questa città. L’inferno della serie D è difficile, ma è una spinta in più per lavorare col massimo dell’impegno".

Sul mercato Berti non si sbottona: "Stiamo lavorando per costruire la squadra. Non mi piace fare proclami perché alla fine decide il rettangolo verde – spiega -. In serie D vince una sola squadra: noi vogliamo competere ai piani alti, per cercare di fare quel che questa realtà merita e ‘rompere le scatole’ a tutte le squadre di vertice".

Poi qualcosa gli sfugge: "Sui rinnovi di alcuni giocatori siamo messi abbastanza bene e altre trattative per i nuovi sono ben avviate – conclude Berti -. Stiamo costruendo una squadra competitiva, ma con una sola caratteristica che deve accomunare tutti i giocatori: chi indossa la maglia del Prato deve avere voglia e entusiasmo. Non si viene qui solo per la piazza e per i soldi dei rimborsi. Voglio un mix di giocatori esperti e giovani motivati, tutti con la fame giusta". Da indiscrezioni pare che il centrocampista classe ‘91 Lorenzo Remedi (foto a destra), che vanta una lunga carriera tra serie C e serie D e che nell’ultima stagione si è diviso tra Ponsacco e Aglianese, abbia già trovato l’accordo con i biancazzurri. Sembra invece sfumato il ritorno dell’esterno Simone Nicoli, dopo l’esperienza in serie C al Francavilla. In attacco piace, fra gli altri, Persichini, punta centrale classe 1999. Più complicata la pista Diallo.

L. M.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su