Robur all’assalto del Firenze Ovest. Voria: "Partita da non sottovalutare"

"Una partita da non sottovalutare", quella che attende oggi pomeriggio la Robur, impegnata a Badesse con il Firenze Ovest. "Loro...

di ANGELA GORELLINI -
21 gennaio 2024
Robur all’assalto del Firenze Ovest. Voria: "Partita da non  sottovalutare"
Robur all’assalto del Firenze Ovest. Voria: "Partita da non sottovalutare"

"Una partita da non sottovalutare", quella che attende oggi pomeriggio la Robur, impegnata a Badesse con il Firenze Ovest. "Loro sono in fondo alla classifica – ha commentato il tecnico bianconero Gill Voria (nella foto)–, ma come abbiamo visto anche domenica scorsa a Lastra a Signa c’è sempre da stare attenti. Nessuno scende in campo già sconfitto: dovremo essere bravi a incanalare subito la partita nella giusta direzione e costringere gli avversari ad aprirsi ed avere così maggiori possibilità di vincere".

Con la speranza che le condizioni del Berni siano accettabili. "Ci auguriamo che in queste ultime ore non piova – ha affermato il mister – e che il campo sia discreto in modo da sfruttare le nostre caratteristiche. A Lastra a Signa, il terreno lo avete visto tutti, ma questa non deve essere una scusante. Siamo in Eccellenza e certe situazioni ambientali dobbiamo metterle in conto e adeguarci". In attacco e a centrocampo, con il rientro di Granado e Masini, scegliere chi mandare in campo diventa difficile.

"Diciamo che dobbiamo riflettere di più – ha sottolineato Voria –: abbiamo a disposizione una rosa di giocatori di valore che ha sposato la causa in maniera egregia. Tutti sapevano però che venire a giocare nel Siena avrebbe comportato anche questo: la squadra è stata costruita per vincere, con alternative di livello. La concorrenza, in questo senso, però aiuta: tutti sono sul pezzo, tanto che a volte dispiace fare delle scelte, e i risultati ci stanno dando ragione. Con gli impegni ravvicinati, comunque, qualche cambio ci sarà".

Risultati e numeri: 11 i punti di vantaggio con una partita in meno rispetto agli avversari. "Sì, ma il campionato non è finito – ha dichiarato il vice allenatore della Robur –. Non posiamo permettere agli altri di poterci riprendere. Nelle prossime quattro-cinque partite abbiamo la possibilità di dare una botta al campionato, il prossimo mese e mezzo sarà fondamentale e dovremo andare a tutta birra, per poter poi iniziare a pensare al futuro".

"Abbiamo fatto un miracolo – ha aggiunto –? No, i miracoli li fa solo il Padreterno. Noi siamo stati bravi e fortunati". Sulla condizione fisica dei ragazzi. "Dall’inizio dell’anno, vista la partenza ritardata, più che un lavoro costruttivo abbiamo svolto un lavoro di recupero – ha chiuso Voria –, allenamenti regolari, senza mai spingere, anche in considerazione dell’età avanzata di alcuni giocatori. Non possiamo permetterci di sbagliare".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su