Ruffo Luci illude il Corticella di Miramari. Ma il rigore di Salzano vanifica la prodezza

Un punto importante per la sorpresa del campionato che continua a regalare spettacolo in una gara tutt’altro che semplice

di NICOLA BALDINI -
22 gennaio 2024
Ruffo Luci illude il Corticella di Miramari. Ma il rigore di Salzano vanifica la prodezza
Ruffo Luci illude il Corticella di Miramari. Ma il rigore di Salzano vanifica la prodezza

CERRO AL LAMBRO (Milano)

Buon punto in terra lombarda per il Corticella di Alessandro Miramari che, sul campo del temibile Sangiuliano City , pareggia al termine di una partita tutt’altro che semplice.

I padroni di casa partono forte e, al 10’, dopo una pericolosa traiettoria di Salzano direttamente da corner, vanno vicinissimi al vantaggio con Palesi che, dopo aver saltato anche il portiere, si allarga troppo e non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Due minuti più tardi, sul fronte opposto, è il Corticella a rendersi pericoloso con un tiro-cross dalla destra di Cavacchioli che spaventa la retroguardia avversaria. I biancazzurri, però, faticano più del solito a prendere in mano le redini del gioco tant’è che, a farsi vedere maggiormente in avanti, sono i locali: alla mezz’ora Makni si presenta a tu per tu con Martelli, ma calcia debolmente e, un minuto più tardi, l’estremo difensore ospite compie un autentico miracolo per impedire ad un colpo di testa di Bruzzone su corner di Salzano di finire nel sacco. Il Sangiuliano spinge forte e, prima dell’intervallo, va ben tre volte vicino al vantaggio: ci provano, in ordine, Palesi (conclusione larga da distanza ravvicinata), Cogliati (destro al volo all’interno dell’area piccola) e Qeros (clamoroso tiro alto dall’altezza del dischetto).

Nella ripresa, il Corticella sembra contenere meglio le offensive avversarie e, al 19’, la band di Miramari riesce addirittura a trovare il gol del vantaggio: è Ruffo Luci, approfittando di una chiara disattenzione della retroguardia di casa, a presentarsi a tu per tu con Manfrin e a freddarlo con un preciso diagonale. Al 25’ la formazione di Andrea Ciceri trova il pari. L’arbitro concede un penalty per un fallo su Bruzzone e Salzano, incaricatosi della battuta, spiazza Martelli. Nel finale Cogliati cerca di completare la rimonta, ma la sua conclusione dalla sinistra si spegne sull’esterno della rete.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su