Sangio, il cuore non basta. Rigucci ko con la capolista

Il Follonica Gavorrano passa al Fedini grazie a una rete per tempo. Si interrompe così dopo ben undici turni la serie positiva degli azzurri.

25 marzo 2024
Sangio, il cuore non basta. Rigucci ko con la capolista

Un duello con Baldesi (a destra) durante la sfida di ieri al Fedini

sangiovannese

0

follonica gavorrano

2

SANGIOVANNESE (3-5-1-1): Timperanza; Farini, Antezza, Masetti; Bartolozzi (34’ st Di Rienzo), Massai (29’ st Cicarevic), Romanelli (21’ st Caprio), Baldesi, Gianassi; Benucci; Rotondo (21’ st Nannini). A disp: Barberini, Pertica, Disegni, Dei, Senesi. All. Rigucci

FOLLONICA GAVORRANO (3-5-2): Filippis; Dierna, Ampollini, Botrini; Souare (33’ st Barlettani), Pignat, Nardella (40’ st Bellini), Lo Sicco, Mauro; Regoli (28’ st Mencagli), Pino (43’ st Macrì). A disp: Marenco, Brunetti, Ceccanti, Dagata, Modic. All. Masi

Arbitro: Eremitaggio di Ancona (Maroni di Fermo e Aureli di San Benedetto del Tronto)

Reti: 7’ pt Souare, 3’ st Ampollini

Note: spettatori 600 circa. Ammoniti: Souare, Romanelli, Dierna, Antezza, Mencagli.

SAN GIOVANNI – Il FollonicaGavorrano si conferma bestia nera della Sangiovannese superando gli azzurri di Rigucci per 2-0 e mantenendo la sesta della classifica. Si ferma a undici gare la serie di risultati positivi di Baldesi e compagni, che niente hanno potuto al cospetto di una squadra che ha dimostrato tutto il proprio valore mettendo in cassaforte la partita con due delle pochissime palle da rete che gli sono capitate. Sul terreno del Fedini di fronte le due formazioni che, più di altre, hanno fatto punti dall’inizio del girone di ritorno. Entrambi gli allenatori adottano il 3-5-2 con poche novità, sull’11 iniziale, rispetto alle previsioni della vigilia. Gli azzurri non battono i maremmani in campionato dal 24 gennaio del 2021. Nei primissimi minuti di gioco a partire bene è la Sangiovannese che batte tre calci d’angolo nel giro di pochi istanti ma al 7’ sono gli ospiti passano in vantaggio.

Timperanza compie una prodezza su Nardella, dal successivo calcio d’angolo battuto da Lo Sicco c’è una sponda aerea per Souare che, sulla linea di porta, in torsione, facile facile, sblocca il risultato. La Sangiovannese tenta con ogni forza possibile di affacciarsi dalla parte della metà campo maremmana, non crea grandi cose se non una conclusione, piuttosto telefonata, di Benucci che trova la parata a terra di Filippis a una manciata di minuti dalla fine. Si va nell’intervallo con il vantaggio grossetano.

Nella ripresa, tempo tre minuti, gli ospiti raddoppiano ancora sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Con un tocco sotto misura Ampollini trova la rete della sicurezza. Da qui al triplice fischio non succederà praticamente più niente. Tanta generosità non basterà alla Sangiovannese che ha, un paio volte, l’occasione di scardinare la difesa maremmana senza però riuscire nell’intento. Una battuta d’arresto che non deve assolutamente preoccupare, da dietro non si è mosso praticamente nulla e giovedì si torna nuovamente in campo in quel di Seravezza nel turno pre-pasquale che offre il calendario.

Massimo Bagiardi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su