Serie D. Pistoiese, i ’Cuori Arancioni’ contro De Simone: "Riconsegni la società al sindaco e se ne vada»

Il gruppo di tifosi orange ha pubblicato una nota che attacca la proprietà "Vogliamo rispetto".

31 dicembre 2023
Pistoiese, i ’Cuori Arancioni’ contro De Simone: "Riconsegni la società al sindaco e se ne vada"
Pistoiese, i ’Cuori Arancioni’ contro De Simone: "Riconsegni la società al sindaco e se ne vada"

Non si placano le acque intorno alla Pistoiese. Lo testimonia un comunicato, quello diramato dal gruppo di tifosi ’Cuori Arancioni Pistoia’, che lascia poco spazio alle interpretazioni. I concetti espressi nella missiva, di cui pubblichiamo alcuni passaggi, rappresentano ormai il pensiero della maggioranza della tifoseria orange (almeno stando al ’termometro’ dei social) e le richieste sono chiare e dirette: Maurizio De Simone deve farsi da parte e consegnare la società nelle mani del sindaco. I tifosi, in particolare, non riescono a comprendere il motivo per cui il ’patron’ voglia continuare a rimanere alla guida della società, nonostante una situazione debitoria importante e il mancato raggiungimento degli obiettivi sportivi prefissati.

"Tanto tuonò che piovve, si direbbe – si legge nel comunicato di ’Cuori Arancioni Pistoia’ –. I timori che ci attanagliavano alla fine di dicembre 2021, con l’arrivo della nuova proprietà della Pistoiese, accompagnata dalla lacrimuccia dell’imperdonabile predecessore che ne garantiva l’affidabilità a valle delle proprie verifiche, si sono rivelati purtroppo fondati. Questa società è apparsa da subito poco credibile e, ancor peggio, poco trasparente – accusano i tifosi –, con promesse sbandierate e mai mantenute, approfittando dell’entusiasmo velocemente ricreatosi dopo il passaggio di proprietà e tradendo così la passione dei tifosi arancioni. Notiamo, senza sobbalzo alcuno, che i problemi che si protraevano da oramai troppo tempo si sono palesati pubblicamente – aggiungono –, con un epilogo tristemente annunciato si prospetta all’orizzonte. È inconcepibile osservare come questi eventi (il riferimento è all’avvento di De Simone alla guida del club, ndr) siano potuti accadere alla luce del sole, senza l’intervento degli organi preposti. Abbiamo visto e sentito tutto ed il suo contrario, senza ritegno e senza rispetto per la tifoseria. Adesso – esortano – pretendiamo il massimo impegno affinché una soluzione venga trovata. Invitiamo l’attuale proprietà,in uno slancio di correttezza, a farsi da parte consegnando le ’chiavi’ al sindaco Tomasi – è la richiesta conclusiva dei ’Cuori arancioni’ –. In questa delicata fase, confidiamo nella compattezza di tutto l’ambiente che ruota intorno alla Pistoiese". Un duro affondo contornato dagli hashtag, ormai virali, #desimoneoute #liberatelapistoiese.

Maurizio Innocenti

Continua a leggere tutte le notizie di sport su