Serie D: un rinforzo importante per l’organico di Rigucci. Rotondo si presenta alla Sangio: "Pronto per la nuova avventura»

Il giovane attaccante parla della sua recente esperienza col Grosseto "Tanta voglia di riscatto".

5 gennaio 2024
Rotondo si presenta alla Sangio: "Pronto per la nuova avventura"
Rotondo si presenta alla Sangio: "Pronto per la nuova avventura"

SAN GIOVANNI

"A Grosseto avevo davanti grandi giocatori, ho scelto San Giovanni per rilanciarmi e ritrovare la via della rete". Si presenta così l’ultimo acquisto in casa azzurra che risponde al nome di Niccolò Rotondo, classe 2003, attaccante che proviene dal Grosseto nel cui settore giovanile è cresciuto e, col tempo, ha avuto l’opportunità di giocare coi più grandi, soprattutto nel passato campionato, con 21 presenze e cinque reti all’attivo. La rottura dei legamenti del ginocchio, giunta ad aprile di quest’anno, lo ha frenato sul più bello e dopo aver giocato pochissimi minuti con la casacca bianco rossa da settembre a oggi ecco la scelta di arrivare in Valdarno: "Non ho avuto molto spazio per potermi mettere in mostra in questa prima parte di campionato, afferma l’attaccante, e quindi ho scelto molto volentieri San Giovanni per affrontare con la grinta giusta le prossime 17 partite e cercare di segnare più reti possibili. Se mi manca il gol? Assolutamente sì, qui avrò più opportunità di ritagliarmi uno spazio e spero di poter essere più utile possibile al raggiungimento della salvezza".

Fisicamente prestante, non ha un modulo preferito per quel che concerne il gioco offensivo. Che si giochi a due o tre là davanti conta il giusto: "Sicuramente sono un attaccante fisico che cerca di sfruttare anche le palle aeree che mi arrivano. Non ho un modulo preferito, che sia a due o tre attaccanti cambia il giusto, l’importante è poter scendere in campo e dare una mano ai miei e compagni. L’infortunio al ginocchio? È acqua passata, sono stati mesi difficili ma sono cose che un calciatore purtroppo deve mettere in conto anche se si spera di non arrivare mai a certi stop, l’ho però totalmente superato e ora sono qui per aiutare più possibile la Sangiovannese". Oggi, intanto, è l’ultimo giorno per poter rescindere dalle società di appartenenza e sposare altri progetti. In casa azzurra tutto potrebbe essere ancora possibile, come confermato dal ds Bucciarelli.

Massimo Bagiardi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su