Arrivo in parata a Torre di Fucecchio. Vince Guzzo su Zurlo

Gara veloce e dominio dell'U.C. Trevigiani

di ANTONIO MANNORI -
25 febbraio 2024
L'arrivo in parata a Torre di Guzzo a sx e Zurlo (Foto R. Fruzzetti)

L'arrivo in parata a Torre di Guzzo a sx e Zurlo (Foto R. Fruzzetti)

Fucecchio, 25 febbraio 2024 - Dopo il secondo posto di Matteo Baseggio nella Firenze-Empoli del giorno prima, la forte compagine della Trevigiani Energiapura Marchiol ho dominato la scena sul il circuito collinare a Torre di Fucecchio, dove finalmente la corsa si è disputata in un bel pomeriggio di sole, tenuto conto della tradizione negativa.

E qui nel 2023 sotto la pioggia si era imposto in volata Immanuel Aniello, questa volta è stato invece un vero e proprio trionfo con arrivo in parata e il successo di Federico Guzzo nei confronti di Zurlo. Un arrivo per mano sul traguardo di Piazza San Gregorio gremito di sportivi in questa 62^ edizione del Gran Premio La Torre-Memorial Simonetto Campigli organizzata dalla famiglia Testai (Rino è il direttore generale, i figli Alessandro e Simone i collaboratori) e dall’U.C. La Torre con il patrocinio del Comune di Fucecchio. Sono stati 145 i partenti dei 160 iscritti e fuga di un plotoncino di 9 corridori dal quale nel finale uscivano per dominare la scena Guzzo e Zurlo, che concludevano la cavalcata tra gli applausi. Per la Trevigiani qui a Torre oltre ai primi due nella top ten figurano anche Cireddu e Di Bernardo. Dei toscani quarto Piccini che corre in un team lombardo, quindi Regnanti Salvadori e Magli nei primi dieci. Al traguardo sono giunti in 70 e media notevole superiore ai 42 e 500 orari.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Federico Guzzo (Trevigiani Energiapura Marchiol) km 100, in 2h20’49”, media km 42,609; 2)Matteo Zurlo (idem); 3) Giovanni Zordan (Zalf Euromobil) a 1’50”; 4)Mattia Piccini (Gallina Lucchini Ecotek) a 1’51”; 5)Matteo Regnanti (Hopplà Petroli Firenze Don Camillo); 6)Ignazio Cireddu (Trevigiani Energiapura Marchiol); 7)Pietro Salvadori (Maltinti Banca Cambiano); 8)Marco Di Bernardo (Trevigiani Energipura Marchiol) a 2’05”; 9)Francesco Parravano (Aran Cucine Vejus); 10)Lorenzo Magli (Mastromarco Sensi Nibali) a 2’10”.

Antonio Mannori  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su