Bruno, un capitano deluso: "Il PalaPanini merita di più"

L’amara analisi dopo la sconfitta con Perugia, il quinto 0-3 su otto gare in casa "Non dobbiamo perdere partite di questo genere. Così è davvero brutto".

di ALESSANDRO TREBBI -
22 gennaio 2024
Bruno, un capitano deluso: "Il PalaPanini merita di più"
Bruno, un capitano deluso: "Il PalaPanini merita di più"

Ci mette sempre la faccia, il capitano, in difficoltà come tutti gli altri, giù di morale forse più di tutti gli altri per queste sconfitte così nette nella ‘sua’ Modena, nel ‘suo’ tempio, in quell’arena che era solito far esplodere ogni due domeniche e che adesso assiste impotente e ammutolita alle difficoltà enormi che la Valsa Group sta attraversando in questo suo percorso a ostacoli. Cinque sconfitte per 0-3 su otto match casalinghi, un fardello che ha un minimo comune denominatore che si chiama "frustrazione" per usare le parole del fuoriclasse brasiliano. Che parla così della sconfitta contro la Sir Susa Vim di domenica.

Bruno, c’è davvero una differenza così enorme tra Modena e le squadre che attualmente si trovano nelle zone alte della classifica?

"Secondo me c’è poco da discutere sul divario tecnico. Quello che ci dispiace è non riuscire a mettere in campo quello che possiamo".

Cioè, di cosa parla?

"Noi non meritiamo di perdere partite di questo genere, i tifosi non lo meritano, è veramente brutto: sta diventando un peso per questa squadra giocare dentro al PalaPanini, almeno questo è ciò che mi sembra. Poi c’è anche l’avversario, ma se tu non riesci mai a tenere il punteggio in equilibrio, una squadra che ha le possibilità in battuta di Perugia non ti fa più giocare. Se noi ci lasciamo andare dopo il 10 contro squadre così diventa dura, quasi impossibile".

Il PalaPanini vi intimorisce, sembra...

"Sì, è qui in casa che sentiamo un blocco più pesante: vorrei anche io la spiegazione e la soluzione. Una situazione che a me dispiace molto perché tra le mura del PalaPanini ho vissuto quasi solo giornate incredibili, ma dispiace anche ai nuovi perché non riescono a vedere tutto il bello che il palasport può dare". Con Verona i fischi, sabato siete usciti tra gli applausi...

"Se non altro oggi (sabato, ndr) i tifosi ci hanno applaudito perché capiscono la nostra difficoltà. Per come stiamo lavorando ogni giorno questa squadra e questo staff non meritano di fare queste prestazioni, molto al di sotto delle nostre possibilità".

La Modena di quest’anno può fare di più, però?

"Penso che noi possiamo fare meglio di così, anzi ne sono sicuro. Non siamo certo la squadra costruita per vincere lo scudetto, siamo consapevoli di questo, ma la forza per lottare, per giocare la abbiamo e in queste partite non la stiamo tirando fuori. È la mancanza di questa forza che ci conduce alla frustrazione: c’è bisogno di una reazione nostra, a Monza si è vista a livello agonistico e tecnico, qui al PalaPanini non lo stiamo facendo".

E ora?

"Ora dobbiamo pensare soltanto al match contro Padova che giocheremo giovedì. Una partita fuori casa, magari questo ci può aiutare".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su