Consar, il nemico è la stanchezza: "Iniziamo ad essere più costanti"

Volley A2 Ravenna alle 18 contro Reggio Emilia dopo il match di giovedì. Bonitta: "Attacco da sistemare"

10 dicembre 2023
Consar, il nemico è la stanchezza: "Iniziamo ad essere più costanti"
Consar, il nemico è la stanchezza: "Iniziamo ad essere più costanti"

A 72 ore dalla vittoria su Prata, la Consar torna in campo stasera, sempre al Pala de André (fischio d’inizio alle 18, arbitri Serafin e Clemente; biglietti a 25 e 16 euro; diretta in chiaro su Volleyball Tv), per affrontare Reggio Emilia, nell’ambito delle gare dell’undicesimo turno nel campionatori serie A2. I giallorossi arrivano a questo appuntamento col petto gonfio. Il successo casalingo al tiebreak di giovedì contro la vice capolista Prata di Pordenone, ha avuto l’effetto di una iniezione di fiducia e autostima, oltre che aver portato 2 pesantissimo punti per la classifica. Reggio Emilia invece ha perso nettamente 3-0 a Cuneo, facendosi scavalcare proprio dai ravennati.

Le due formazioni fanno parte di quel gruppetto di 6 squadre che, dal 3° all’8° posto, sono racchiuse in 2 punti. La Consar è salita a quota 17, al 5° posto, insieme a Brescia, mentre Reggio Emilia, si è fermata a 16 punti, settima insieme a Porto Viro e, per la prima volta nel campionato in corso, non ha mosso la classifica. Coach Bonitta sfoglia la margherita. Mengozzi (distorsione alla caviglia) non sarà del match. Gli accertamenti radiografici hanno fortunatamente escluso la frattura, ma ora bisognerà vedere se sono stati interessati i legamenti. Se ne saprà di più nei prossimi giorni; intanto però, il vice capitano dei ravennati dovrà stare fuori. Il tecnico giallorosso potrebbe tuttavia recuperare Bartolucci, che ha saltato le ultime 2 gare per un analogo problema alla caviglia. Di sicuro, al centro, giocherà Arasomwan, risultato peraltro l’mvp del match di giovedì sera, e grande protagonista anche a Grottazzolina. Per l’altra maglia di centrale, se Bartolocci non dovesse farcela, è pronto Grottoli, che nel match contro Prata, al debutto in A2, è entrato a freddo, diventando determinante per il successo dei ravennati. "Ci attende un’altra partita tosta – ha spiegato Bonitta – contro una formazione che non si arrende mai. Aver disputato una grande partita a Grottazzolina, e avere battuto la seconda in classifica, come ci era già successo qualche partita fa quando abbiamo incontrato Siena, è un bel segnale e porta grande autostima ed entusiasmo nel gruppo. Cominciamo a vedere una bella costanza di rendimento, pur se ancora dobbiamo eliminare alcuni cali di tensione come nel primo set di giovedì. Dobbiamo comunque sistemare qualcosa in attacco".

In occasione della partita odierna il Porto Robur Costa 2030 ospita nuovamente l’associazione no profit Amantum e la Fondazione Telethon. Amantum si occupa di dare voce ai malati di micobatteriosi atipica, malattia grave e rara, che provoca infezioni polmonari, non ancora riconosciuta dal Sistema sanitario mazionale, mentre Telethon sarà presente con un banchetto in cui procederà alla vendita dei Cuori di cioccolato, con cui finanziare i progetti di ricerca per arrivare alla cura delle malattie genetiche e dare una prospettiva di vita alle persone e alle famiglie che le combattono.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su