Consar, obiettivo 3° posto: "Partita quasi proibitiva"

Coach Bonitta mette in guardia i suoi, che alle 18 ricevono S.Croce sull’Arno "Hanno sconfitto Grottazzolina, Cuneo e Prata: non sottovalutiamoli".

21 gennaio 2024
Consar, obiettivo 3° posto: "Partita quasi proibitiva"
Consar, obiettivo 3° posto: "Partita quasi proibitiva"

È una Consar agguerrita e in gran spolvero quella che oggi pomeriggio al Pala de André (fischio d’inizio alle 18; arbitri Santoro e Marconi; biglietti a 25 e 16 euro; diretta in chiaro su Volleyball Tv) ospita i Lupi di Santa Croce sull’Arno. Il match valido per la quarta giornata di ritorno mette in palio punti importanti per la zona playoff. Ravenna è al 4° posto a quota 31, a -2 dal gradino più basso del podio occupato da Siena. I conciari sono invece all’8° posto con 22 punti, uno in meno di Porto Viro, che difende l’ultimo slot per l’accesso, appunto, ai playoff. Santa Croce sull’Arno ha però una partita in meno, da recuperare a fine mese contro Aversa. Mancano comunque 10 turni alla fine della regular season e, con 30 punti a disposizione per tutti, molte cose potrebbero cambiare. La Consar, reduce dal corroborante successo esterno contro Cantù, punta ad un posto in pole position per i playoff.

È per questo che la sfida odierna contro i Lupi diventa una tappa molto importante del percorso. Nel corso della stagione, Santa Croce sull’Arno ha inserito nell’organico lo schiacciatore estone Allik che, nello starting six, ha preso il posto di Parodi. Rispetto al colpo corsaro dell’andata – il successo più netto della stagione per i giallorossi: 20-25, 15-25, 15-25 – è cambiato anche l’altro schiacciatore di banda (Colli ha preso il posto di Brucini). Coach Bulleri gioca dunque con l’ex ravennate Coscione in cabina di regia, schierato in diagonale all’opposto cubano di passaporto portoricano Lawrence, lo scorso anno in Superlega a Milano; Allik e Colli sono gli schiacciatori; Mati e Cargioli i centrali; Loreti il libero. Coach Bonitta ha in animo di riproporre il sestetto vittorioso martedì scorso contro Cantù: Mancini in regia, Bovolenta opposto; Mengozzi e Bartolucci al centro; Falardeau, che in questo scorcio si è guadagnato la maglia che era di Benavidez, e Orioli schiacciatori; Goi libero. "Rispetto all’andata – ha commentato Bonitta – incontreremo una squadra completamente diversa. In quell’occasione siamo stati bravi, abbiamo fatto la nostra partita e ci siamo portati a casa i tre punti, ma la forza di questo avversario si vede dal fatto che ha battuto Grottazzolina, Cuneo e, proprio mercoledì, Prata. Aspettiamoci dunque una partita ai limiti del proibitivo".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su