Dopo il match a Civitanova. Ecco Rinaldi, è un atteso ritorno: "Contento di questa ’quasi-svolta’»

Il giocatore di pallavolo Rinaldi è tornato in campo dopo una serie di sconfitte. Spera di contribuire alla squadra e di migliorare. La prossima partita è decisiva. Inoltre, Rinaldi spera di essere convocato per la squadra nazionale.

6 febbraio 2024
Ecco Rinaldi, è un atteso ritorno: "Contento di questa ’quasi-svolta’"
Ecco Rinaldi, è un atteso ritorno: "Contento di questa ’quasi-svolta’"

La notizia più bella, quasi come un dispaccio in tempi bui: "Rinaldi è tornato", potrebbe essere questo il telegramma che da Civitanova Marche è stato dettato verso Modena domenica sera, il pensiero positivo che sostituisca il pensiero delle sette sconfitte da tre punti in otto partite o il peso di dover invertire la rotta al più presto per non mancare i playoff, sempre centrati dal 2009 a oggi. "La prima cosa a cui ho pensato è stata provare a mettere me stesso in campo – le parole dello schiacciatore –. Siamo in una situazione nella quale ognuno di noi deve dare quel dieci per cento in più rispetto a quello che ha per dare una mano alla squadra. In parte secondo me ci stiamo riuuscendo e lo stiamo facendo nel modo giusto". Tornando a ragionare in termini individiuali Rinaldi (in foto) la fa breve, dopo un match da 11 punti totali partendo dalla panchina, 57% in attacco e tre ace: "Sono contento della mia prestazione". Il ragionamento si sposta subito sulla squadra, con una perifrasi curiosa: "Soprattutto – riparte Rinaldi – sono contento di una ‘quasi-svolta’ a livello caratteriale e anche a livello tecnico della squadra. Abbiamo magari fatto ancora gli errori che commettevamo prima, ma soltanto a fine set, ed è già un passo avanti rispetto alle ultime uscite. Ci lavoreremo in allenamento e sono sicuro che andrà sempre meglio". Focus sul prossimo futuro, una partita da non sbagliare in alcun modo: "Quella con Cisterna è la partita decisiva, per ora sì, assolutamente. Quella di domenica oggi è una partita più importante delle altre, abbiamo una settimana di lavoro per procedere a passi spediti verso l’obiettivo". Infine un pensiero all’estate, che potrebbe essere una delle più importanti della carriera di ‘Rino’, perché salvo cataclismi la sua Italia sarà a Parigi: "Nazionale? Siamo tutti molto amici, non sta bene parlare della ‘rivalità’ in vista della convocazione olimpica. Intanto mi fa piacere essere in campo in queste partite, poi vedremo".

Alessandro Trebbi

Continua a leggere tutte le notizie di sport su