Finalmente Conad!. Salvezza a un punto

La squadra di Fanuli si sblocca e vince 3-1 sul campo di Ortona. Ora restare in categoria dipende solo da Preti e compagni.

18 marzo 2024
Finalmente Conad!. Salvezza a un punto

La gioia a fine gara della Conad: la salvezza. è lontana un solo punto

ORTONA

1

CONAD

3

SIECO SERVICE ORTONA: Fabi 3, Broccatelli (L), Bertoli 13, Benedicenti (L), Del Vecchio, Marshall 14, Patriarca 11, Cantagalli 8, Tognoni 1, Donatelli ne, Lapkov 7, Di Giulio, Dimitrov 9, Lanci E.. All. Lanci N.

CONAD REGGIO EMILIA: Caciagli ne, Mariano 12, Preti 15, Sesto 1, Sperotto, Catellani, Maiocchi ne, Gasparini 21, Bonola 7, Torchia (L), Pochini (L), Volpe 7, Guerrini, Suraci 1. All. Fanuli.

Arbitri: Grassia e Salvati.

Parziali: 25-14, 22-25, 23-25, 20-25.

Note: ace 7-1, service error 14-13, muri 7-9. Ricezione 59%-60%, attacco 49%-48%.

La Conad (25) torna padrona del proprio destino. La formazione giallo-rossa si ritrova nel momento più importante, sbanca il campo del fanalino Sieco Service Ortona (17) e sale a +3 sulla penultima piazza, vista la sconfitta di Castellana Grotte in 4 set a Ravenna.

Per mantenere il posto in A2, indipendentemente dai risultati avversari nell’ultima giornata (in gioco c’è ancora Aversa, che batte Brescia 3-2 ed è pari alla Conad), basterà un punto nella sfida casalinga di domenica prossima proprio con Brescia.

Il match – Con il tedesco Marks out per i soliti problemi fisici, Fanuli sceglie Gasparini in diagonale con Sperotto, Suraci e Mariano in banda, mentre Volpe e Bonola giocano al centro, con Pochini libero. Dall’altra parte non mancano gli ex, da Cantagalli a Bertoli passando per Fabi. L’inizio è da incubo: Ortona sale 15-5, dalla panchina salgono Preti e Catellani per provare a fermare la fuga, ma tolto un muro di Bonola è notte fonda. Un errore al servizio di Mariano regala 10 set point al sestetto locale, con Cantagalli che trasforma il primo con un ace. Brava la Conad a reagire nel secondo parziale, cominciando subito col piede giusto: Mariano mette a terra il 12-16, Dimitrov firma il tentativo di rimonta avversaria mettendo a terra il 19-22 poi Ortona annulla due set point e costringe Fanuli al time out sul 23-24. Al rientro in campo Gasparini attacca il pallone decisivo e non fallisce. Nel terzo parziale è ancora battaglia punto a punto, con gli ospiti che riescono a piazzare l’allungo nel momento decisivo e a salire sul 22-24: Sperotto si rammarica quando il suo muro sull’esperto Marshall termina a lato, poi il palleggiatore serve a Mariano l’attacco che regala il 2-1 ai suoi, con il muro abruzzese che, invano, cerca di contenerlo. Al cambio di campo la squadra di Fanuli trova subito un vantaggio, seppur esiguo, che Ortona colma nella fase centrale: nel finale, però, in campo c’è solo la Conad, che dal 18-19 piazza un break di 1-6 che demolisce la resistenza avversaria. A mettere a terra il pallone che vale i tre punti, dopo una bella difesa, è l’attacco di Preti. La Conad è viva e, per restare in categoria, manca solo l’ultimo miglio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su