La Conad tira un sospirone di sollievo. Batte Brescia e mantiene la categoria

La squadra di Fanuli vince e rende inutile il successo per 3-0 di Castellana Grotte su Ortona. Ora c’è la Coppa Italia da onorare

25 marzo 2024
La Conad tira un sospirone di sollievo. Batte Brescia e mantiene la categoria

Un’esultanza della Conad durante il match con Brescia: una vittoria che ha sancito la salvezza della Conad

CONAD

3

BRESCIA

1

CONAD REGGIO EMILIA: Caciagli ne, Mariano 10, Preti 15, Sesto, Sperotto 4, Catellani ne, Maiocchi ne, Gasparini 8, Bonola 8, Torchia (L), Pochini (L), Volpe 5, Guerrini ne, Suraci 5. All. Fanuli.

CONSOLI BRESCIA: Erati 4, Braghini (L), Sarzi Sartori 5, Tiberti, Bettinzoli 6, Ferri 15, Cominetti 19, Franzoni 3, Ghirardi, Candeli 4, Klapwjik 2, Mijatovic 7, Gavilan 2, Pesaresi (L). All. Zambonardi.

Arbitri: Giglio e Sabia.

Parziali: 19-25, 25-15, 25-21, 25-22.

Serviva un punto, ne sono arrivati tre. E, in questo modo, la Conad può finalmente festeggiare la salvezza, imponendosi in 4 set sulla Consoli Brescia e respingendo l’ultimo, disperato tentativo di rimonta di Castellana Grotte, che nel frattempo aveva fatto un sol boccone del fanalino Ortona (3-0) provando a riaprire i giochi per la penultima piazza. Va dato merito alla squadra cittadina, dopo un girone di ritorno deficitario, di essersi ritrovata nel momento decisivo: dopo aver perso 4 volte di fila senza vincere nemmeno un set, i giallorossi hanno fatto bottino pieno nelle ultime 2 settimane, superando dapprima Ortona e poi la già citata Brescia, regalandosi un posto in Serie A2 anche il prossimo anno.

Avvio in salita. Fanuli non può disporre di Marks, ancora alle prese coi soliti problemi fisici, e dall’altra parte sono i lombardi, già certi di un posto nei playoff e con l’ex Cominetti in gran spolvero, a partire meglio: gli ospiti trovano il +4 a metà del primo set e gestiscono fino in fondo il vantaggio, conquistando il 19-25 grazie ad un errore dai 9 metri di Mariano.

Al cambio di campo, tuttavia, le cose cambiano e la Conad parte subito forte, trascinata dal già citato e da Preti, che guidano i compagni ad una frazione in totale controllo chiusa sul 25-15 dall’attacco dello schiacciatore arrivato a stagione in corso e fondamentale oggi con 15 punti all’attivo. Nel terzo set i padroni di casa toccano il +4 in avvio, Brescia torna a -2 prima di soccombere sull’ace di Preti, che vale la salvezza matematica (agli uomini di Fanuli bastava un punto per essere matematicamente salva) mentre nel quarto è ancora Mariano, con un mani out, a chiudere definitivamente i conti.

Il finale. Ora, prima del rompete le righe, c’è la Coppa Italia da onorare. La formula quest’anno è diversa e si giocherà parallelamente ai playoff: le squadre piazzatesi tra ottavo e dodicesimo posto, tra cui la Conad, cominceranno dagli ottavi insieme alle 3 eliminate nei quarti di finale degli spareggi promozione, con una serie al meglio delle 3 gare che si disputerà il 14, il 21 ed il 28 aprile.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su