Volley, Coppa Italia B1. Fgl-Zuma, il capolavoro. E’ finale

La Fgl-Zuma vince 3-1 contro l'Azimut Giorgione e si qualifica per la finale di Coppa Italia. Prestazione superba con Zuccarelli protagonista. Bracci elogia la difesa. Partita emozionante e di alto livello.

30 marzo 2024
Fgl-Zuma, il capolavoro. E’ finale

La Fgl-Zuma vince 3-1 contro l'Azimut Giorgione e si qualifica per la finale di Coppa Italia. Prestazione superba con Zuccarelli protagonista. Bracci elogia la difesa. Partita emozionante e di alto livello.

E’ finale. Un’immensa Fgl-Zuma conquista lo storico accesso alla finale di Coppa Italia vincendo 3-1 contro l’Azimut Giorgione. Oggi alle 15.30 la corazzata di Bracci sfida la Centemero Concorezzo vincente per 3-2 sulla Clai Imola. La semifinale è un capolavoro per la squadra castelfranchese: capitan Zuccarelli mattatrice in attacco, straordinarie le difese di Tesi e Vecerina (brava anche in prima linea), granitica Colzi a muro, determinanti Renieri e Fava, Ferraro regista perfetta. Una partita entusiasmante, pallavolo di alto livello con una Fgl-Zuma più lucida e compatta. "Abbiamo fatto la differenza con la difesa – commenta Marco Bracci – ci siamo meritatamente conquistati la finale".

Avvio in perfetta parità (3-3; 6-6) con troppi errori in servizio delle toscane che riescono comunque a prendere il largo (10-6; 15-8) con le venete costrette a rincorrere (17-10, 19-13; 22-14, 25-21). Risposta di carattere delle avversarie nel set successivo (2-7) mentre le biancoblu faticano, ma con caparbietà si portano a - 2 (7-9). Nuovo strappo delle venete (11-14, 13-16: la Fgl-Zuma accorcia il divario (18-19) prima di cedere 21-25. Terzo set ancora all’insegna dell’equilibrio (7-7): un muro di Colzi segna il vantaggio e 2 errori delle venete (16-13) mandano le toscane sul + 4 (19-15). La Fgl-Zuma brilla e vola via (22-17) centrando il vantaggio sul 25-17.

Nel quarto set la Fgl-Zuma è avanti, ma Giorgione trova il pareggio (7-7). Esce Zuccarelli dolorante ed entra Tesanovic: Colzi-show a muro (14-10) e la rivale allenta la presa 16-12, 18-14, 20-15. Renieri firma attacchi determinanti e un suo muro porta al match point (24-15) subito trasformato in vittoria. Il sogno continua.

Stefania Ramerini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su