Vullo: "Aspettative alte per Banca Macerata in A3" - Volley, Italo Vullo e le sfide del campionato

13 ottobre 2023
Vullo: "Aspettative alte per il Banca Macerata"

Italo Vullo

"La partita di domenica contro Bari è come il primo giorno di scuola che si aspetta con trepidazione". È lo spirito che anima Italo Vullo, dg del Volley Banca Macerata, nei giorni che precedono l’esordio nel campionato di volley di A3 che i biancorossi disputeranno in casa dopo un buon precampionato scivolato via senza problemi. "Ci sono stati i classici acciacchi, qualche affaticamento, ma adesso i giocatori sono tutti a disposizione. Nella rosa abbiamo Sanfilippo che negli ultimi tre anni ha subito due interventi, è stato gestito con oculatezza, adesso ha ripreso a lavorare con i compagni e potrà darci un prezioso contributo".

Sono stati confortanti i risultati nei vari test estivi. "I risultati ottenuti in estate – specifica – hanno una valenza relativa, ma ora cambieranno tanti aspetti essendo in palio i punti". Cosa c’è da aspettarsi nel primo turno? "Le aspettative sono alte, ho allestito una squadra omogenea e completa, magari non c’è il giocatore sopra tutti come valore, ma ci sono elementi di alta qualità per un organico completo, con i giusti cambi, che abbina esperienza e gioventù". Domenica alle 18 al Banca Macerata Forum sarà di scena Bari che darà il via a una stagione intensa. "I pugliesi – spiega Vullo – costituiscono una formazione con le carte in regola per un torneo di vertice. Hanno un palleggiatore di valore come Longo, ex Macerata, come opposto c’è Matteo Paoletti, una garanzia per la categoria, due ottimi centrali e uno schiacciatore polacco che potrebbe giocare in categoria superiore". Ci sono quindi le premesse per assistere a una bella partita. "Sicuramente, si troveranno di fronte due tra le 5-6 realtà migliori del campionato assieme a Fano, Palmi, Sorrento, San Giustino e poi, come ogni anno, mettiamoci anche un’outsider".

Quest’anno il Volley Banca Macerata è stato inserito nel girone meridionale. "È un raggruppamento – conclude Vullo – che presenta difficoltà logistiche, trasferte lunghe e campi caldi, al Nord si gioca su salotti mentre al Sud è battaglia ogni volta. È un aspetto da tenere presente e non è stata affatto casuale la scelta di prendere giocatori con esperienza di quel girone, abituati a giocare in quel clima".

l. m.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su