Eurolega basket, sconfitte nette per Virtus Bologna e Olimpia Milano

I bianconeri sono stati battuti in casa del Barcellona 84-57, mentre i meneghini hanno perso 79-62 sul campo del Panathinaikos

di MATTEO AIROLDI -
31 gennaio 2024
La Virtus Bologna sconfitta nettamente a Barcellona
La Virtus Bologna sconfitta nettamente a Barcellona

Bologna, 31 gennaio 2024 – Il 24° e primo dei due turni settimanali di Eurolega è stato a dir poco avaro di soddisfazioni per Virtus Segafredo Bologna ed EA7 Emporio Armani Milano, le quali hanno rimediato due sconfitte piuttosto nette nei numeri e nella sostanza: i bianconeri sono stati battuti con un perentorio 84-57 in casa del Barcellona, in un match che metteva in palio la seconda piazza della classifica, ora occupata in solitaria dai blaugrana con due lunghezze di vantaggio sulla Segafredo e anche la differenza canestri a favore (all’andata Bologna si era imposta per 80-75 alla Segafredo Arena). La Virtus ha di fatto retto il passo del Barcellona per un solo quarto: già nella seconda frazione, infatti, gli uomini di coach Roger Grimau hanno alzato l’asticella dell’intensità e fatto valere la differenza di fisicità in loro favore – acuita anche dalla pesante e perdurante assenza di Shengelia in casa Virtus –, dando una prima spallata grazie ai canestri nel pitturato di Willy Hernangomez (migliore dei suoi con 17 punti 6 rimbalzi) e Ian Vesely, i quali hanno messo la loro firma nel 21-10 che ha mandato il Barcellona negli spogliatoi sul 41-27. Un gap che la Virtus – apparsa un po’ a corto di energie e incappata in una serataccia al tiro da fuori (4/25 dai 6.75 metri) – non ha più saputo colmare, crollando anzi definitivamente nella seconda parte del match. Oltre a Hernangomez, a dare un’importante mano al Barcellona ci hanno pensato anche Nicholas Laprovittola (16 punti), Dario Brizuela e Jabari Parker (11 punti a testa), mentre sul fronte della Virtus, che ha pagato a caro prezzo la prestazione a dir poco opaca di giocatori chiave come Daniel Hackett e Marco Belinelli (1/7 da tre per lui), non sono bastati i 12 punti di Isaia Cordinier e gli 11 di Iffe Lundberg. 

La sconfitta dell’Olimpia Milano

Non è andata meglio all’EA7 Emporio Armani Milano che è stata sconfitta 79-62 sul campo del Panathinakos, che ha così raccolto la quinta vittoria nelle ultime sei uscite europee. Così come accaduto alla Virtus, anche l’Olimpia – che con questo ko ha reso ancor più tortuosa la strada che porta quantomeno alla conquista di un posto ai play-in – è riuscita a resistere a un solo tentativo di allungo del Panathinaikos (19-10), che nel secondo quarto ha continuato a martellare il canestro milanese con le triple di Juancho Hernangomez (12 punti) e Marius Grigonis (15 punti con 4/4 da due e 2/3 dalla lunga) e ha oltrepassato con estrema facilità il muro della doppia cifra di vantaggio contro una difesa milanese troppo permissiva, rientrando negli spogliatoi per la pausa di metà gara sul +16 (44-28). Dopo l’intervallo, l’Olimpia ha cercato di riaprire i giochi, ma senza successo, perché il Pana ha risposto colpo su colpo grazie a Grigonis e all’ex di serata Grant, pareggiando il parziale del quarto (13-13) e rendendo di fatto il quarto quarto una vera e propria passerella biancoverde, a cui Milano ha assistito senza riuscire a reagire concretamente e sprofondando addirittura a -24 a pochi minuti dalla sirena conclusiva. A fine gara, oltre a Hernangomez e Grigonis, in casa Panathinaikos sono arrivate doppie cifre anche per Mathias Lessort (12 punti), Kendrik Nunn e Panagiotis Kalaitzakis (10 punti), mentre in casa milanese gli unici a sorpassare quota dieci punti sono stati Shabazz Napier (16) e Nikola Mirotic (11). 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su