Finali Nba, Boston a un passo dal titolo: Dallas sconfitta anche in gara 3

Dopo aver vinto le prime due partite casalinghe, i Celtics – seppur privi dell'infortunato Porzingis – si impongono anche all'American Airlines Center

di FRANCESCO BOCCHINI -
13 giugno 2024
Tatum e Holiday

Tatum e Holiday

Milano, 13 giugno 2024 – Boston ha quasi le mani sul titolo Nba, che sarebbe il 18esimo della propria storia. Dopo aver vinto le prime due partite casalinghe delle Finals, i Celtics - seppur privi dell'infortunato Porzingis - si impongono anche in gara 3 all'American Airlines Center di Dallas con il risultato di 106-99. Finale col brivido per gli ospiti, avanti di 21 lunghezze in apertura dell'ultimo periodo e rimontati dai Mavericks con un clamoroso parziale di 22-2. Poi arrivano il sesto fallo di Doncic (a dir poco dubbio) e i canestri di Brown e White a sentenziare il ko dei texani. Per la formazione di coach Mazzulla, da segnalare i 61 punti della coppia Tatum-Brown, mentre dall'altra parte non bastano i 35 di Irving e i 27 di Doncic. Nella notte italiana fra venerdì e sabato, in occasione del quarto appuntamento della serie (sempre in programma a Dallas), Boston avrà la prima occasione per chiudere i conti. 

Il racconto della sfida 

La partenza sorride ai locali, che si portano sul 9-2 dopo due minuti di gioco. L'inerzia è totalmente in mano ai texani, che toccano anche il +10 grazie soprattutto alle invenzioni di Irving (17-7 al 5'). Nonostante i sigilli di Tatum, il  vantaggio dei Mavericks cresce ulteriormente fino al 25-12. A questo punto però arriva la veemente reazione di Boston, che piazza un break di 11-0. Al termine della prima frazione c'è solo una lunghezze a separare le due contendenti (31-30 in favore della truppa allenata da coach Kidd). In avvio di secondo periodo i Celtics mettono anche la testa avanti. Da quel momento inizia un lungo botta e risposta, che vede Dallas e Boston scambiarsi più volte il comando nel punteggio. I protagonisti sono in particolar modo Irving da una parte e Tatum dall'altra: è una tripla dell'ex di turno a firmare il +4 Mavs a 3'38'' dall'intervallo. Hauser replica con la solita moneta, Doncic sigla due canestri consecutivi, poi ci pensa Horford a insaccare la bomba del 48 pari. All'intervallo il tabellone luminoso recita 51-50 per i padroni di casa.

L'equilibrio viene spezzato nel terzo quarto. I Celtics mettono insieme un parziale di 13-2 (targato Holiday, Tatum e Brown) che li lancia a +10. I Mavericks provano a limitare i danni, ma nell'ultimo minuto della frazione White insacca una tripla di tabella e Brown schiaccia il +15 (70-85) del 36'. Dallas sprofonda ulteriormente in avvio di quarto periodo e Boston vola via sul +21. Sembra fatta per i viaggianti e invece la musica cambia drasticamente, con Doncic e compagni a rilanciarsi con un incredibile break di 22-2. A 4'12'' dalla sirena finale però la stella slovena deve salutare la contesa dopo il sesto fallo. Un episodio che fa discutere, ma nonostante il quale Dallas resta assolutamente in partita. Nel momento decisivo dell'incontro, ecco la bomba di White, la schiacciata di Tatum e il canestro di Brown, che rendono vane le affondate di Lively II. Sono poi i liberi di White e Tatum a sigillare il successo di Boston.

Leggi anche: Basket in lutto: Jerry West è morto, la leggenda dei Lakers aveva 86 anni. Ispirò il logo Nba

Continua a leggere tutte le notizie di sport su