Virtus Bologna vince anche contro Vuelle Pesaro: 83-66 alla Segafredo Arena

Dopo Cacok a Belgrado, perso anche Dobric, ma le Vu Nere continuano a sorridere

di ALESSANDRO GALLO -
30 dicembre 2023
La vittoria della Virtus Segafredo sulla Carpegna Prosciutto Pesaro
La vittoria della Virtus Segafredo sulla Carpegna Prosciutto Pesaro

Bologna, 30 dicembre 2023 – Vince la Virtus, che così resta in scia a Brescia e Venezia. Vince la Virtus che, dopo aver perso Cacok, a Belgrado, lascia sul campo un altro giocatore. Nel finale, a risultato già in ghiaccio, si gira la caviglia (sinistra) di Dobric. E domani si saprà, dopo gli esami strumentali, quale sarà lo stop.

Parte meglio Pesaro che, nonostante i problemi legati alle assenze, trova linfa vitale da Ricky Visconti e dall’ex Fortitudo Leonardo Totè. La Virtus sembra rimettere la testa avanti, 11-4 ma, proprio sul più bello, subisce il ritorno della Vuelle, 15-19.

Virtus stanca? Macché, anche se Mickey e Cacok sono fuori, Lomazs non ancora utilizzabile, dopo la partenza di Smith per Belgrado e Hackett acciaccato.

Banchi prova a preservare anche Shengelia. Ma è l’ingresso del georgiano a rivitalizzare una Virtus che tocca anche i 12 punti di vantaggio sul 35-23. Si rivede anche Polonara, due rimbalzi offensivi tramutati in altrettanti canestri e una Virtus che comincia la partita con ben tre italiani, Pajola, Belinelli e Abass.

Nel terzo quarto, la zona di Buscaglia crea qualche problema ai padroni di casa. Pesaro, un passo alla volta, arriva fino al -7, 51-44 con Visconti che sbaglia anche un libero.

Ma è l’ultimo contatto quasi diretto, perché la Virtus ritrova fiducia e vigore e chiude i conti, blindando il terzo posto. Da capire quali saranno le decisioni del club dopo l’infortunio che ha messo fuori combattimento, per lungo tempo, Devontae Cacok. Con gli acciacchi di Mickey, ancora fermo, la Virtus ha gli uomini contati sotto canestro. Con Banchi che, sempre più spesso, si affida ad Abi Abass come finto lungo.

Siccome piove sul bagnato, nel finale di gara, si fa male pure Ognjen Dobric, caviglia sinistra. Nella settimana in cui ci sarà il doppio impegno con il Bayern Monaco (mercoledì alla Segafredo Arena) e l’Alba, a Berlino, il modo peggiore per approcciarsi all’Eurolega.

Tabellino

Virtus Bologna 83

Pesaro 66

SEGAFREDO BOLOGNA: Cordinier 4, Lundberg 6, Belinelli 10, Pajola 4, Dobric 9, Mascolo, Shengelia 22, Hackett 6, Menalo 2, Polonara 11, Dunston 5, Abass 4. All. Banchi.

CARPEGNA PESARO: Bluiett 15, Visconti 10, Ford 7, Maretto, Tambone 5, Cinciarini 11, Stazzonelli, Mazzola 2, Fainke ne, Totè 16. All. Buscaglia.

Arbitri: Bongiorni, Galasso, Valleriani.

Note: parziali: 15-19; 41-32; 58-48. Tiri da due: Virtus Bologna 23/38; Pesaro 19/48. Tiri da tre: 8/20; 7/19. Tiri liberi: 13/17; 7/13. Rimbalzi: 43; 28.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su