Ascoli calcio: tegola Botteghin, un mese di stop

Problemi in difesa per i bianconeri, come sta Bogdan. Intanto le sconfitte costano il posto all’allenatore della Primavera Di Michele

di MASSIMILIANO MARIOTTI -
10 ottobre 2023
Grave infortunio per il capitano dell'Ascoli Eric Botteghin

Grave infortunio per il capitano dell'Ascoli Eric Botteghin

Ascoli Piceno, 11 ottobre 2023 – Brutta tegola per l’Ascoli che alla ripresa del campionato, dopo la sosta per gli impegni delle nazionali, sarà chiamato ad affrontare la serie delle prossime sfide previste dal calendario con un’altra pesante assenza in difesa.

A fermarsi infatti sarà anche il capitano Eric Botteghin dopo il guaio fisico accusato nel finale del match disputato sabato scorso contro la Sampdoria (1-1) e che lo aveva visto costretto a lasciare il terreno di gara prima del triplice fischio finale.

Nel bollettino medico diramato dal club di corso Vittorio Emanuele, nella giornata di ieri, è stato reso noto che il brasiliano si è sottoposto ad una risonanza magnetica al ginocchio sinistro, la quale ha evidenziato una lesione al collaterale di media entità. Un problema non particolarmente grave che però potrebbe costringerlo a restare fermo per quasi un mese.

Situazione che quindi lo vedrebbe saltare le gare programmate contro Lecco (sabato 21 ottobre ore 14), Parma (sabato 28 alle 16.15) e probabilmente anche Bari (sabato 4 novembre avvio alle 14). Il suo ritorno in campo alla guida della retroguardia bianconera avverrà sicuramente nel match in casa contro Como dell’11 novembre (avvio alle 14). E se lo cose magari andranno meglio del previsto non è escluso che il 36enne di San Paolo possa scendere in campo già al San Nicola.

Bogdan

Il forfait del capitano e leader del Picchio si aggiungerà purtroppo alle assenze che in questo periodo stavano vedendo fuori sia Bogdan che il lungodegente Tavcar. Il croato proprio ieri mattina alla casa di cura Villa Fiorita di Perugia si è sottoposto ad un intervento chirurgico al ginocchio destro, eseguito in artroscopia dal professor Giuliano Cerulli. Il rientro del 27enne arrivato all’Ascoli nella fase finale del recente mercato estivo è prevista per la fine di ottobre, più o meno a ridosso del confronto che al Del Duca vedrà la formazione di Viali sfidare i ducali.

Nel frattempo a dover stringere i denti sarà la coppia composta da Bellusci e Quaranta, la stessa schierata di recente contro il Palermo (0-1). Di fatto toccherà a loro cercare di respingere gli assalti avversari provando a fare scudo davanti al proprio portiere Viviano. Un’imperdibile occasione per il prodotto del vivaio bianconero che nell’attuale stagione ha già collezionato 6 presenze, di cui 4 da titolare (3 al fianco di Botteghin e una duettando con Bellusci).

Primavera

L’Ascoli ha deciso di operare un altro avvicendamento, stavolta alla guida della formazione Primavera. Dopo il terribile avvio l’allenatore Di Michele è stato sollevato dall’incarico. A rimpiazzarlo non è escluso il ritorno di Nosdeo, attuale responsabile del vivaio.

Nazionale

Salto di qualità per Samuel Giovane, convocato ieri dal ct Nunziata in vista dell’impegno contro la Norvegia del 17 ottobre. Giovane ha quindi lasciato il ritiro dell’Under 20.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su