Atalanta, giovedì sera sfida da dentro o fuori contro lo Sporting in un Gewiss esaurito

Il tecnico Gasperini e il bomber Scamacca: “Vogliamo vincere e passare il turno”

di FABRIZIO CARCANO -
13 marzo 2024
Gianluca Scamacca, 25 anni

Gianluca Scamacca, 25 anni, galvanizzato dalla grande prestazione di Lisbona

Bergamo, 13 marzo 2024 – Prima gara da dentro o fuori per l’Atalanta che domani sera alle 21 in un Gewiss Stadium tutto esaurito ospita lo Sporting Lisbona, già affrontato anche nel primo girone eliminatorio, per la quarta volta in questa edizione dell’Europa League. Si riparte dall’1-1 di una settimana fa all’Alvalade con le reti nel primo tempo di Paulinho e Scamacca. In caso di pareggio si andrà ai supplementari, per cui Atalanta è costretta a vincere.

Negli altri due precedenti successo nerazzurro a Lisbona per 2-1, con reti di Scalvini e Ruggeri nel primo tempo e rete su rigore di Gyokeres, il 5 ottobre, poi pareggio 1-1 a Bergamo il 30 novembre con gol di Scamacca e Edwards.

E proprio Scamacca a segno nelle ultime due sfide contro i neroverdi ha spiegato, nella tradizionale conferenza stampa della vigilia: “Vogliamo vincere e passare il turno. Abbiamo il vantaggio di giocare in casa e il nostro pubblico è il dodicesimo giocare in campo”. Atalanta alla sesta partita in 18 giorni e domenica ci sarà il match casalingo contro la Fiorentina decisivo nella corsa Champions. Per cui ci sarà ancora una rotazione dei giocatori.

“Andremo avanti con il turnover perché stiamo giocando tante partite ravvicinate e dispendiose contro squadre di enorme valore. Questa poi è una partita da cui dovrà uscire un vincitore anche in caso di pareggio per cui si potrebbero giocare 120 minuti e poi anche i rigori. Ci affrontiamo per la quarta volta, le due squadre si conoscono bene. Le precedenti sono state partite equilibrate con alcuni momenti buoni per noi e per loro, ma si riparte da zero e questa sarà una partita diversa essendo da dentro o fuori. Lo Sporting è una squadra forte, con valori individuali, è prima nel campionato portoghese. Sarà fondamentale la concentrazione perché gli errori a questo punto saranno decisivi. Noi dovremo far valere la nostra voglia di andare avanti in questa coppa è sfruttare il vantaggio di giocare in casa nostra”, ha rimarcato il tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini, che dovrà tarare la formazione anche sulla possibilità di dover preservare dei possibili rigoristi (“Ma ne abbiamo diversi”).

Rispetto alla partita pareggiata domenica contro la Juventus dovrebbero avere spazio Musso in porta, Kolasinac in difesa e Holm sulla fascia destra. Davanti Scamacca dovrebbe fare tandem con Lookman tenendo De Ketelaere, Miranchuk e Toure’, come opzioni per la ripresa o gli eventuali supplementari. In mezzo tenaglia De Roon-Ederson con Pasalic come cambio nella seconda parte della gara, corsie esterne con Holm e uno tra Ruggeri e Zappacosta. ATALANTA (3-4-1-2) - Musso; Scalvini, Djimsiti, Kolasinac; Holm, De Roon, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners, Lookman; De Ketelaere. All.: Gasperini. SPORTING (3-4-3) - Israel; Diomande, Coates, Quaresma; Catamo, Morita, Hjulmand, Reis; Edwards, Gyokeres, Trincao. All.: Amorim. ARBITRO: Scharer (Svizzera).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su