Italiano: "Siamo contenti, meritiamo questa classifica. Nzola e Beltran..."

Le parole in conferenza stampa del tecnico della Fiorentina

di ALESSANDRO LATINI -
2 ottobre 2023
Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano

Firenze, 2 ottobre 2023 - Continuità, senza spendere troppe energie. E nel finale la Fiorentina ha trovato anche il gol del suo centravanti. Insomma, serata perfetta per la squadra viola, che ha annichilito il Cagliari già dopo pochi istanti e alla fine lo ha battuto per 3-0. Questa l'analisi di Vincenzo Italiano al termine della gara. "Siamo partiti come a Frosinone. Forte e cercando di aggredire subito il nostro avversario per far valere il fattore campo. Siamo partiti con grande qualità e mi fa piacere perché approcciare le partite non è mai semplice. Nel secondo tempo dovevamo però fare meglio. Amministrare, abbassare i ritmi, dobbiamo crescere per non concedere occasioni all’avversario. Ma non è semplice giocare ogni tre giorni, quindi siamo contenti“.

Adesso la classifica comincia ad essere bella…

"Se cresciamo e miglioriamo su alcuni aspetti come anche la concretezza in avanti, o essere tutti coinvolti in questo cammino, allora possiamo dar filo da torcere a tutti. Dobbiamo saperci gestire ma se facciamo come ho detto possiamo stare in quelle zone. Non è facile però con questi elementi possiamo starci“.

La squadra ha dimostrato grande personalità…

"Stiamo mostrando grande crescita da questo punto di vista. In tanti stanno rendendo molto di più della passata stagione. Ne cito due: Quarta e Duncan. Giocano con più qualità, partecipazione. Ho fatto i complimenti a entrambi e dobbiamo continuare così. Per me cresceremo sotto tanti punti di vista. Beltran ha fatto un’ottima prestazione e Nzola ha fatto gol. Finalmente ci siamo sbloccati anche da questo punto di vista. Mi auguro di vedere sempre così i ragazzi".

Quarta è un centrocampista aggiunto?

"Ha libertà di andare in zone di campo scoperte. E’ bravo e qualsiasi allenatore non può che fargli i complimenti e dargli il massimo della fiducia. Ha ampi margini di miglioramento ma sta interpretando questa situazione in maniera eccezionale e sono felice di questo".

Adesso vi serve continuità in tutta la gara?

"Per me si può continuare a tenere l’intensità del primo tempo per tutta la gara. Se non avviene è perché o stacchi la spina dell’attenzione o perché fisicamente non reggi quei ritmi. Per questo ho deciso di cambiare i quattro davanti. Oggi per me era giusto cambiare quei giocatori".

Bonaventura può sognare la Nazionale?

"Sta facendo bene, ha grande esperienza. Si sa smarcare e orientare per mandare in campo i compagni. A quell'età si è molto maturi. Se continua così è un valore aggiunto e perché non sognare un qualcosa di individuale".

Sui punti persi con Lecce e Frosinone…

"Nell'arco del campionato si compensa tutto, quei punti li prenderemo altrove. Resta il fatto che quelle partite se vado ad analizzarle dispiace perché le potevamo portare a casa. Teniamoci la crescita di questo gruppo che sta remando forte. Prendete Biraghi: è venuto in panchina con una caviglia malconcia e l'ho apprezzato tantissimo".

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su