Lecce-Fiorentina, Italiano: "Quattro minuti di follia, serviva furbizia. Mercato? Difficoltà a gennaio, ora...”

Il tecnico viola analizza un'altra serata complicata, stavolta sul campo del Lecce

2 febbraio 2024
Vincenzo Italiano in Lecce - Fiorentina (Foto Ansa)
Vincenzo Italiano in Lecce - Fiorentina (Foto Ansa)

Firenze, 2 febbraio 2024 - Nuova sconfitta per la Fiorentina, che torna da Lecce senza punti dopo aver accarezzato la vittoria. 3-2 per i salentini maturato in un finale pazzesco nella sua negatività. Questa l'analisi di Vincenzo Italiano. "Abbiamo avuto un corner al 44esimo, serviva malizia. Quei dettagli non si possono allenare, bastava un po' di furbizia per far passare qualche minuto, invece andiamo a casa senza punti. Abbiamo avuto la palla del 3-1 con la traversa di Belotti ed un colpo di testa di Parisi. Peccato, l'ho detto ai ragazzi, questi punti sono pesanti da perdere e dovremo andare a prenderli da qualche altra parte".

Lecce-Fiorentina, le foto della partita (Foto Ansa)

Cosa non va nella Fiorentina in questo momento?

"Non siamo partiti bene nel nuovo anno. Abbiamo rallentato, sbagliato rigori, oggi si aggiunge questa parte finale di gara non attenta e non lavorata bene. Serve più attenzione, volevamo raccogliere punti e invece non ci siamo riusciti".

Le due punte potremo rivederle insieme?

"L'abbiamo già viste in tante situazioni, oggi non mi era piaciuto il primo tempo, dovevamo avere un altro atteggiamento e un altro spirito offensivo nella ripresa. E così è stato. Belotti è entrato bene, Gonzalez anche. Quattro minuti di follia non ci permettono di gioire, ma la reazione nel secondo tempo è stata buona".

Cosa può darvi Belotti?

"Ha fatto un solo allenamento, deve conoscere il nostro modo di lavorare e deve crescere l'intesa con i compagni. Ha esperienza, si è mosso bene. Poteva già far gol e ci darà tantissimo".

Come si riparte adesso?

"Lavorando, curando i dettagli. Sul primo gol la barriera si è aperta. Sono episodi che fanno la differenza. Il girone di ritorno è lungo, ma mettendo a posto qualche ragazzo fisicamente, come Gonzalez e Sottil, possiamo solo crescere".

Si aspettava di più dal mercato? Magari un esterno?

"Quando parlavo di prendere un esterno d'attacco era perché sapevo che a gennaio potevamo avere difficoltà con gli infortuni e l'assenza di Kouame per la Coppa d'Africa. Adesso recuperiamo tutti, abbiamo quattro esterni e tre prime punte: crescendo di condizione possiamo andare forte come a dicembre".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su