Juventus-Roma 1-0, Allegri: "Vittoria importante per avvicinarci all'obiettivo Champions"

Al tecnico bianconero risponde Mourinho: "Non era facile per noi sfondare il muro di Torino"

di GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO -
30 dicembre 2023
Massimiliano Allegri (Ansa)
Massimiliano Allegri (Ansa)

Torino, 30 dicembre 2023 - Alla Juventus basta un guizzo del solito Rabiot, il bomber che non ti aspetti in questa stagione, per avere ragione della Roma, che resta così inchiodata a 28 punti, in compagnia del Napoli. I bianconeri invece salgono a 43 punti e dimezzano il ritardo dall'Inter, fermata ieri dal Genoa: un messaggio chiaro al campionato, che a maggior ragione dopo la giornata 18 può dire di avere due leader assoluti.  

Le dichiarazioni di Mourinho

  Mentre Allegri chiude l'anno solare con l'ennesimo 'corto muso', Mourinho mastica amaro, ma solo fino a un certo punto. "Abbiamo avuto tanta personalità: ci è mancata solo la concretezza. Abbiamo creato più di quanto fosse lecito aspettarsi contro il muro di Torino". Difficile stabilire se quello del tecnico giallorosso verso i bianconeri sia un complimento o meno, con la seconda teoria che prevale a maggior ragione proseguendo la disamina sul match dell'Allianz Stadium. "Nel primo tempo, con la partita sullo 0-0, tra le due in campo siamo state la squadra più qualitativa: abbiamo colpito un palo e abbiamo creato tanti problemi pur non trovando la via della rete. A inizio ripresa abbiamo subito un gol dopo una serie di rimpalli e dopo è diventato tutto più complicato contro una difesa più strutturata della nostra. Peccato, perché alla fine ci penalizza solo il risultato, che però è ciò che conta insieme ai punti da portare a casa". Infine un commento sulla presunta differenza di rendimento della Roma tra Olimpico e trasferta. "Ovviamente tra le mura amiche siamo più forti, ma penso che il discorso non riguardi solo noi, che comunque possiamo aver palesato dei problemi di personalità in tal senso".

Le dichiarazioni di Allegri

  Dal vinto al vincitore: Allegri ne vince un'altra (apparentemente) con il minimo sforzo e lo fa ancora una volta con il bomber di scorta, Rabiot, che sostituisce nelle mansioni colui che sarebbe addetto alla caccia alla via della rete. "Vlahovic stasera ha fatto una bella partita, in linea con le ultime prestazioni e, anzi, forse anche in crescendo: probabilmente andrebbe soltanto servito di più". Al di là del marcatore, la Juventus ha comunque trovato il modo di spuntarla sulla Roma. "Giocare contro i giallorossi non è mai semplice, ma è stata una bella partita. Nel primo tempo abbiamo sofferto in un paio di situazioni, ma sono contento che la squadra sia rimasta compatta. Nella ripresa poi siamo stati bravi a colpire ma non a chiudere i conti: resta la soddisfazione per i tanti punti ottenuti finora". Allegri commenta ulteriormente il momento dei suoi. "Ora stiamo bene fisicamente e questa compattezza ci sta aiutando in particolare in fase difensiva". Infine un pensiero sull'imminente mercato e sul 2024 alle porte. "In realtà la rosa la possiamo migliorare noi grazie al lavoro quotidiano. Per il resto, per l'anno nuovo mi auguro che la Juventus torni in Champions League: abbiamo molti punti in carniere, ma per arrivare dove vogliamo dobbiamo pensare anche a chi abbiamo dietro".

Leggi anche - Milan-Sassuolo 1-0, basta Pulisic  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su