Juve, trattativa a oltranza per Phillips: si cerca il prestito

Il mediano del Manchester City è l’obiettivo di Giuntoli. Apertura per il prestito e ora resta da convincere il giocatore: operazione low cost

di MANUEL MINGUZZI -
19 dicembre 2023
Kalvin Phillips
Kalvin Phillips

Torino, 19 dicembre 2023 – Prosegue la scrematura della dirigenza bianconera per portare a gennaio il mediano tanto atteso da Max Allegri. Tra i tanti candidati erano rimasti due nomi accessibili: Kalvin Phillips e Pierre Emile Hojbjerg, con il primo che adesso è in vantaggio sul secondo. Le condizioni economiche possono essere favorevoli, aspetto determinante, e così il mediano inglese, tra l’altro nazionale, appare oggi il favorito anche se si dovrà trovare una quadratura del cerchio definitiva. La Juve cerca una operazione low cost per non sovraccaricare il bilancio e il City sembra disposto a dare il via libera: resta da convincere il giocatore che inizialmente avrebbe preferito la Premier League.

Trattativa a oltranza per il prestito

Nelle ultime settimane la dirigenza bianconera ha accelerato su Kalvin Phillips, ritenuto tatticamente adatto alla filosofia di Allegri ed economicamente più accessibile di altri. Se non altro perché al Manchester City è ai margini e Guardiola ha bisogno di farlo giocare altrove per non svalutarlo oltremodo dopo il grande investimento fatto per acquistarlo. Quindi l’ipotesi prestito è in ballo ed è la formula preferita dalla Juventus che porterebbe a termine una operazione poco onerosa e senza nessun vincolo futuro. Da giorni i due club trattano per un prestito secco fino a giugno, forse non ci sarà un diritto di riscatto, e la palla di fatto è nelle mani del giocatore che dovrà accettare l’avventura italiana. Inizialmente Phillips era decisamente restio a trasferirsi in Serie A con una netta preferenza per la Premier League, ma dall’altro lato il City non ha nessuna intenzione di rinforzare una diretta concorrente così anche il giocatore ha dovuto prendere in considerazione nuove soluzioni. C’è dunque la Juve, che rispetto a un mese fa si è avvicinata sensibilmente al mediano proprio per questo motivo. Phillips può rappresentare l’uomo equilibratore di un centrocampo con rotazioni corte, nell’ambito di una operazione sostanzialmente gratuita e senza nessun esborso impattante sull’attuale bilancio d’esercizio. Di fatto è la soluzione migliore per la Juve che ha bisogno di un rinforzo a costo zero, a meno che non avvengano a gennaio plusvalenze significative con Iling Junior o Soulè. Ma le cessioni dovrebbero essere un affare di giugno, quando Giuntoli dovrà dare continuità tecnica al progetto e sempre nel solco della sostenibilità. Restano comunque aperte anche le altre strade nel caso qualcosa dovesse andare storto. Pierre Emile Hojbjerg è sempre una buona alternativa dal punto di vista tecnico, restano da capire le eventuali condizioni di cessione del Tottenham, mentre sono decisamente costosi Sudakov dello Shaktar Donetsk e Koné del Moenchengladbach. Intanto la squadra continua a prepararsi in vista della trasferta di Frosinone del 23 dicembre, con sempre il dubbio sulla presenza di Adrien Rabiot. Appare difficile un suo recupero per il match in Ciociaria, più probabile un rientro per fine anno quando allo Stadium arriverà la Roma. Le difficoltà a centrocampo per Allegri proseguiranno, ma il match di Frosinone sarà assolutamente da vincere considerando che, in teoria, l’Inter avrà una partita abbordabile a San Siro contro il Lecce. Vietato perdere ulteriore terreno.

Leggi anche - Playlist Serie A: Simic come Elodie, Bologna Unstoppable

Continua a leggere tutte le notizie di sport su