Juve, rinnovo Rabiot lontano. La mamma ferma tutto: “Non ha preso alcuna decisione”

La mamma-agente del mediano nega che sia stato raggiunto un accordo con il club bianconero. Il centrocampista non ha sciolto le riserve e il Barcellona preme

di MANUEL MINGUZZI -
11 dicembre 2023
Adrien Rabiot
Adrien Rabiot

Torino, 11 dicembre 2023 - Il rinnovo di Adrien Rabiot è ancora in alto mare, parola della sua mamma-agente Veronique all’Ansa. Il mediano francese viaggia verso la scadenza contrattuale e la Juve vorrebbe rinnovarlo, è da sempre perno del centrocampo di Allegri, ma i discorsi sono molto lontani dal giungere a un accordo. Il club bianconero deve contenere il monte ingaggi, nell’opera di un risanamento avviata da Cristiano Giuntoli, e non può offrire un adeguamento a Rabiot e questo potrebbe complicare i piani, soprattutto se dall’estero dovessero arrivare offerte economiche importanti. Ad oggi si parla di una offerta di 7 milioni all’anno e qualche media, a detta della mamma Veronique, ha dato per fatto un rinnovo che fatto non è.  

Non ha preso una decisione, non ci sono accordi

La situazione è nota. Rabiot ha rinnovato per una stagione fino al 2024, firmando un nuovo accordo a giugno 2023 per evitare una uscita a parametro zero, sanguinosa per le casse juventine. Ma ora la situazione è la stessa, perché l’accordo scade a giugno e da febbraio il francese potrebbe accordarsi con altre società. La dirigenza vorrebbe rinnovare ma non può offrire un adeguamento cospicuo dell’ingaggio e i 7 milioni proposti potrebbero non trovare il sì della mamma-agente, per questo motivo altri club sono alla finestra, puntando su proposte migliori a livello economico. Si parla del Barcellona, che da tempo segue il francese. Ma più di tutto sono le parole della mamma Veronique a essere eloquenti: “Con la Juve non c’è nessuna trattativa, smentisco le notizie in merito a un rinnovo di Adrien - il commento all’Ansa - Non è stata presa nessuna decisione sul futuro ed è interamente concentrato sul campo. Al momento non ci sono discussioni con nessun club”. La mamma poi si scaglia contro qualche quotidiano sportivo che settimana scorsa aveva dato per quasi fatto il rinnovo, soprattutto in caso di qualificazione in Champions League: “Giovedì mi sono arrabbiata quando ho letto certi articoli, stiamo parlando di una totale invenzione giornalistica”. Poi c’è il mercato. La Juve punta Phillips del Manchester City a gennaio, ma c’è anche il Newcastle, e in settimana ci potrebbe essere un incontro con i dirigenti juventini per un prestito con diritto di riscatto fissato a giugno. Operazione difficile, non tanto tra i club, perché Phillips è in uscita da Manchester, quanto per quelle che saranno le volontà del calciatore, forse più propenso a restare in Premier League. Per giugno, invece, Giuntoli punta forte su un suo vecchio pallino: Teun Koopmeiners. Chiusura su altri rinnovi. Si tenterà un nuovo colloquio con gli agenti di Dusan Vlahovic per rinnovare e spalmare l'ultimo anno di contratto, il giocatore nicchia, mentre su Gleison Bremer c’è maggiore ottimismo. Il difensore brasiliano, acquistato un anno e mezzo fa dal Torino per 50 milioni di euro, dovrebbe rinnovare fino al 2028 diventando la colonna portante della difesa juventina. Dopo una annata difficile, Bremer è oggi di nuovo uno dei migliori centrali del campionato.

Leggi anche - Zirkzee affonda la Salernitana: Bologna quarto in classifica 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su