Milan-Newcastle, probabili formazioni e dove vederla. Pioli: “Non siamo quelli del derby”

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia dell’esordio in Champions. Oggi a Milanello anche la visita di Zlatan Ibrahimovic

di ILARIA CHECCHI -
18 settembre 2023
Stefano Pioli, l'allenatore dei rossoneri

Stefano Pioli, l'allenatore dei rossoneri

Milano, 18 settembre 2023 – Dopo la pesante sconfitta nel derby di sabato pomeriggio, per il Diavolo è già tempo di scendere in campo: domani a San Siro, alle ore 18:45, arriva il Newcastle di Sandro Tonali per l’esordio ufficiale in Champions League.

A dare la carica giusta a tutto l’ambiente ci ha pensato Zlatan Ibrahimovic, che questa mattina ha fatto visita a Milanello intrattenendosi con Pioli, lo staff dirigenziale e la squadra. “Le esperienze ci hanno insegnato che nulla è impossibile, siamo il Milan, un gruppo responsabile, unito e forte. Viviamo di queste emozioni: la delusione è stata forte, ma siamo consapevoli che è l'inizio della stagione e domani abbiamo l'occasione per dimostrare che non siamo quelli del derby. Non ho avuto il bisogno di intervenire, abbiamo la possibilità di fare una bella stagione» il pensiero dell’allenatore rossonero.

Pronto soccorso Ibra

Lo svedese si è trattenuto poco meno di tre ore a Milanello per assistere all'allenamento alla vigilia della gara con il Newcastle: la visita di Zlatan era programmata per salutare tutto il gruppo già prima del derby ma per impegni dell’ex attaccante rossonero è stata rimandata a oggi, come spiega lo stesso tecnico emiliano: “Zlatan doveva venire venerdì ma ha avuto un impegno. È uno dei nostri, è stato un onore allenarlo e conoscerlo. Sappiamo quando Ibra tenga a noi e quanto sia stato importante per il nostro percorso. La sua presenza è sempre positiva: ha fatto piacere a me, alla dirigenza, ai compagni. Ci vedremo anche fuori a cena. Siamo ‘amici’, non sono più il suo allenatore: con i giocatori penso che abbia parlato individualmente. Poi con me ha parlato di tante cose, specie dei nuovi giocatori e poi di cose nostre: si sta godendo la vita e la famiglia, ma credo non abbia ancora ben chiaro cosa fare. Ha appena terminato una carriera che lo ha visto impegnato al 110%, ma qualsiasi cosa farà sarà un successo”.

Tempismo o no, fatto sta che la presenza di Ibra dopo un ko tanto pesante come quello contro l’Inter e alla viglia di un match tanto importante come quello di domani è da sottolineare.

Tifosi

Dopo le dichiarazioni post 5-1, Pioli ci ha tenuto a dedicare un pensiero ai tifosi rossoneri: "Sento il peso degli insuccessi nel derby e se potessi, cambierei questi risultati. So di allenare una squadra forte e so che avremo la capacità di reagire ad un derby così difficile. Con i tifosi sono in debito, perché lo scorso anno quando abbiamo giocato veramente male ci hanno sempre sostenuto. E sono in debito perché sono l'allenatore che ha perso più derby in un anno ma faremo di tutto per rendere questa stagione positiva. Ho una pagella nettamente insufficiente nei derby, non avete idea di quanto mi pesi. Se potessi andare da ogni tifoso a fargli capire quanto mi pesi lo farei, ma nelle relazioni non contano le parole, ma i fatti e gli atteggiamenti”.

Analisi post derby

“Avevamo tante aspettative sul nostro derby, tanta positività. È stata una delusione forte, ma abbiamo la Champions. Per fortuna, perché era l'unico modo per cambiare la testa. Il girone è tosto e sappiamo quanto sarebbe importante iniziare bene. Credo che i nuovi giocatori lo abbiamo subìto più di noi che abbiamo vissuto i derby precedenti: loro hanno affrontato la partita con più serenità, che non vuol dire scarsa concentrazione. Dopo il 3-1 la partita è diventata più difficile. C'è un Milan che non ha espresso tutto quello che può dare, sto sempre molto attento ai comportamenti dei miei giocatori. So benissimo se la squadra assimila bene le cose che propongo e sono benissimo quando si verifica il contrario. Fin quando è così vado avanti, secondo i nostri concetti di gioco; poi possono cambiare le posizioni. Magari domani avremo gli stessi concetti, ma posizioni diverse”.

Verso il Newcastle

Domani, San Siro è pronto a riaccogliere il grande ex Sandro Tonali: “Lo abbraccerò con grande affetto. Sarà molto emozionante per lui tornare a San Siro e gli auguriamo il meglio, ma dalla partita successiva a quella contro di noi". Vogliamo concretarci passo dopo passo, è un girone tosto ed equilibrato: il PSG è favorito, ma Borussia Dortmund e Newcastle sono forti e ci si potrà togliere punti tra di noi. Ma l'esperienza che abbiamo fatto ci può essere utile e la partita di domani può essere già importante per la classifica: loro sono la classica squadra inglese con tanta intensità e fisicità.

Il Newcastle ha diversi giocatori sopra il metro e 90 e di qualità e ci farà prendere posizioni diverse, è una squadra fisica e con molto ritmo, dovremo stare attenti. I difensori non avranno la parità numerica e ci saranno altre situazioni: a livello di scaltrezza, attenzione e furbizia abbiamo pagato e per giocare a certi livelli bisogna stare attenti ed essere precisi. Abbiamo le nostre caratteristiche, portiamo avanti il nostro gioco ma sempre con grande determinazione”.

Tomori

A parlare ci ha pensato anche il difensore ex Chelsea che, dopo la squalifica che l’ha tenuto lontano dal derby, è pronto a riprendere il suo posto al centro della difesa: “Sono deluso per non aver potuto aiutare i compagni in campo. Guardare la partita dalla tv è dura, non puoi aiutare la squadra. Siamo eccitati di giocare davanti ai nostri tifosi, possiamo iniziare bene il nostro girone. Conosciamo la qualità del Newcastle, giocano molto in profondità, dobbiamo essere pronti: sappiamo la partita che ci aspetta, dovremo dimostrare la nostra qualità con o senza palla. Vogliamo migliorare la prestazione dell'ultima partita. È stato bello rivedere Zlatan, non ha detto tanto perché dovevamo allenarci. È un uomo gentile, che ci dà fiducia e una voce. Domani sarà bello vedere Sandro, ma è un avversario. Dobbiamo mettere da parte l'amicizia e giocare, poi dopo la partita parlerò con lui".

Probabili formazioni

MILAN (4-3-3): Maignan; Calabria, Tomori, Thiaw, Theo Hernandez, Loftus-Cheek, Krunic, Reijnders; Chukwueze, Giroud, Leao. All. Pioli. NEWCASTLE (4-3-3): Pope; Trippier, Schar, Botman, Burn; Longstaff, Guimaraes, Tonali; Gordon, Isak, Barnes. All. Howe.

Dove vederla

La sfida tra Milan e Newcastle sarà trasmessa in diretta tv da Sky alle 18:45 sui seguenti canali: Sky Sport Uno (numero 201), Sky Sport 4K (213) e Sky Sport (252).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su