Basket A1 donne. L’E-Work cerca conferme. Con Milano già spareggio

L'E-Work Faenza si prepara per uno scontro decisivo contro la Repower Milano, con l'obiettivo di vincere e consolidare il loro undicesimo posto in classifica. Entrambe le squadre sono motivate, ma Faenza punta a una doppietta e a una vittoria consecutiva. L'allenatore Paolo Seletti chiede il sostegno dei tifosi e sottolinea l'importanza di gestire la pressione. Milano è considerata inferiore, ma ha dimostrato di poter sorprendere. La partita sarà tattica e l'atteggiamento sarà fondamentale per entrambe le squadre.

28 gennaio 2024
L’E-Work cerca conferme. Con Milano già spareggio
L’E-Work cerca conferme. Con Milano già spareggio

A caccia di conferme e di una doppietta che potrebbe cambiare la stagione. Sarà un vero e proprio spareggio quello che attende l’E-Work, impegnata alle 18 al PalaBubani contro la Repower Milano, formazione con due punti in meno in classifica e già sconfitta all’andata. Con una vittoria le faentine metterebbero una ipoteca quasi definitiva sull’undicesimo posto che significherebbe avere il fattore campo a favore nei playout e per la prima volta riuscirebbero a vincere due gare consecutive.

"Questa volta la pressione sarà differente nei nostri confronti rispetto alla gara a San Martino di Lupari – sottolinea coach Paolo Seletti – e quindi dovremo essere bravi a gestirla. Chiedo ai tifosi lo stesso calore mostrato con Brescia e che il nostro palasport diventi un punto di forza come lo è era ai tempi del Club Atletico. Vogliamo ritornare a conquistare la vittoria a Faenza che manca dal 4 novembre". Milano sulla carta è inferiore all’E-Work, ma pure lei avrà grandi motivazioni dopo il successo con Battipaglia (le lombarde hanno vinto soltanto contro la cenerentola del girone all’andata e al ritorno) essendo l’ultima occasione per provare ad agganciare le faentine.

"Milano ha espugnato Battipaglia nel finale grazie ad un paio di giocate della playmaker. È una squadra molto equilibrata con dieci giocatrici senior nelle rotazioni: tutte entrano in campo e hanno una chance per mettersi in mostra ed infatti spesso trova protagoniste inattese. I suoi punti di forza sono l’esperta playmaker greca Vintsilaiou, ottimo difensore, e il terzetto sotto canestro composto dalla francese Turmel, tiratrice di quasi due metri, dalla finlandese Tulonen e dalla spagnola Diallo, tutte di grande impatto fisico e non rapidissime. Dovremo quindi giocare sul dinamismo delle nostre lunghe per metterle in difficoltà".

Fondamentale come sempre sarà però l’atteggiamento. "In settimana ho detto alle giocatrici che non siamo diventati fortissimi dopo la vittoria a San Martino di Lupari e che dobbiamo restare concentrati e lucidi, perché basta poco per fare un passo indietro. Dovremo giocare una gara molto attenta dal punto di vista tattico: siamo molto motivati, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo".

l.d.f.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su