Ciclismo, oggi a Camerino il via alla Tre giorni tricolore. Tante gare fino a domenica

Il fine settimana a Camerino è dedicato al ciclismo con eventi come la Tregiorni Tricolore e la Randonée Terre dei Varano, culminando con il Campionato italiano gran Fondo nei Monti Sibillini.

21 giugno 2024
Ciclismo, oggi a Camerino il via alla Tre giorni tricolore. Tante gare fino a domenica

Ciclismo, oggi a Camerino il via alla Tre giorni tricolore. Tante gare fino a domenica

Oggi, si ritrova alle 14.45 in località Le Calvie ci sarà il primo appuntamento della Tregiorni Tricolore di Camerino. Ogni dettaglio è stato curato dall’Avis - Frecce Azzurre del presidente Francesco Jajani, affiancato dai vice Gianni Fedeli e Luca Marassi e dal presidente onorario Sandro Santacchi. Alle 16, esce dalla pedana della Cronoscalata intestata a Michele Scarponi, il primo dei Master. Gli specialisti marchigiani della Federciclismo sono motivati dalla maglia di campione regionale in palio per ognuna delle varie fasce. Si sale per 3,1 km superando il dislivello di 288 metri, attraverso Madonna delle Carceri fino a piazza Cavour. Giuria: Maraschi, Senzacqua, Jefimova.

Domani, il sabato della Randonée Terre dei Varano inizia prestissimo per i ciclisti resistenti e regolari (atleti paralimpici compresi), che affrontano la sfida dei 208 km per 4.093 metri di dislivello secondo la formula di "escursione individuale, in regime di totale auto-sufficienza, senza alcun supporto tecnico e senza alcun tipo di assistenza sull’obbligato percorso non presidiato". Ritrovo alle 5.45 nell’area della Rocca Borgesca. Partenza alle 6. Arrivo entro il termine massimo di ore13,30.

La domenica biancorossoverde si apre in viale Leopardi. Prima partenza alle 7.45. L’appuntamento è ancora valido quale Campionato italiano gran Fondo nella suggestione del parco naturale dei Monti Sibillini. Il valore aggiunto è costituito dal mediofondistico Campionato italiano interforze. In sella: Elite Sport, tutti i Master e le Women. Percorso Marathon: 125,8 km (dislivello 2.486 metri). Percorso Classic: 101,7 km (dislivello 1.691 m.). Transiti per Serrapetrona, Belforte del Chienti, Camporotondo, Cessapalombo, San Ginesio, Sarnano, Bolognola, Acquacanina - Fiastra, Valfornace, Visso, Pievetorina, Muccia. Direzione corsa: Michele Bravi, Piero Agostinelli.

Umberto Martinelli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su