Equitazione: primo concorso nazionale di salto ostacoli del 2024. La stella Casadei a San Zeno. Sono oltre 500 i cavalli iscritti

La stagione agonistica all'Arezzo International Horse parte con successo, con oltre 500 cavalli iscritti provenienti da tutta Italia. Tra i partecipanti, il giovane Giacomo Casadei e Antonio Maria Garofalo si sfideranno per il podio nel Gran Premio. L'evento fa da apripista al Toscana Tour, che quest'anno si allunga di una settimana e attira numerosi concorrenti internazionali. La struttura è stata migliorata per accogliere al meglio i cavalieri e i loro cavalli.

26 gennaio 2024
La stella Casadei a San Zeno. Sono oltre 500 i cavalli iscritti
La stella Casadei a San Zeno. Sono oltre 500 i cavalli iscritti

AREZZO

Riparte alla grande la stagione agonistica all’Arezzo International Horse con il primo concorso nazionale di salto ostacoli del 2024. Ed è subito un successo di partecipazione: i cavalli iscritti, provenienti, da ogni parte della penisola, sono oltre 500.

A darsi battaglia nei campi in sabbia rosa di San Zeno saranno bambini in sella ai pony, giovanissimi alle prime esperienze agonistiche, ma anche amazzoni e cavalieri che hanno preso parte ad importanti competizioni.

Tra questi sicuramente il giovane Giacomo Casadei, uno dei migliori cavalieri che abbiamo in Italia e che anni fa proprio all’Equesterian ha conquistato la medaglia d’oro nel Campionato Italiano Assoluto Young Rider.

Poi ha ottenuto tanti altri importanti risultati in giro per la penisola.

A dargli battaglia sugli ostacoli ci sarà anche Antonio Maria Garofalo, anche lui un habituè di San Zeno. Ma non saranno i soli che punteranno al podio, soprattutto nel Gran Premio che si terrà domenica pomeriggio e che vedrà sfidarsi i migliori binomi. Un primo concorso nazionale di salto ostacoli che fa da apripista all’evento internazionale del Toscana Tour, al quale da tempo gli organizzatori stanno lavorando e che ogni anno porta nella nostra città tanti stranieri.

"Abbiamo ampliato e migliorato i campi gara – spiega Riccardo Boricchi patron dell’Arezzo International Horse – ed abbiamo portato migliorie al ristorante e al bar. Il tutto per offrire ai cavalieri e alle amazzoni una struttura sempre più funzionale e pronta ad accogliere le loro esigenze e quelle dei loro cavalli. Vogliamo che qui da noi si trovino bene e riescano ad esprimere al meglio le loro qualità". Il Toscana Tour quest’anno si allunga di una settimana con gare internazionali che andranno avanti dal 12 marzo al 14 aprile. E anche qui le adesioni si preannunciano come sempre molto importanti.

"Almeno il 70% dei concorrenti – conclude Boricchi – saranno stranieri e ci saranno come sempre i big del salto ostacoli".

Sonia Fardelli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su