Il Volley contro la guerra. Ospitati giovani ucraini

’Tre tocchi per la pace’, progetto internazionale che coinvolge 39 ragazzi

20 giugno 2024
Il Volley contro la guerra. Ospitati giovani ucraini

Il Volley contro la guerra. Ospitati giovani ucraini

C’è una rete che divide, ma c’è anche una rete che unisce: questa la sintesi di ’Tre tocchi per la pace’ un progetto, sostenuto dalla Fipav - Federazione Italiana Pallavolo e dalla Fondazione Decathlon, che ha portato in Italia trentanove ragazzi e ragazze conosciuti durante lo svolgimento del progetto di Moxa, e del gruppo Experience ’Oltre la rete, oltre il muro – per non dimenticare’, svoltosi a Cracovia dal 29 Febbraio al 3 Marzo 2024.

I ragazzi, provenienti dall’Ucraina, dall’inizio della guerra vivono nella foresteria di una squadra di volley in Polonia, praticamente senza contatti con i genitori che sono rimasti in patria e alcuni dei quali sono morti durante il conflitto contro la Russia.

La pallavolo sarà il grande contenitore sportivo e umano di questo viaggio che andrà dal Sud al Nord dell’Italia, che non vuole offrire solo un po’ di vacanza a giovani la cui vita è stata segnata così tragicamente, ma che intende anche aprire un ponte con i coetanei italiani che ospiteranno i giovani ucraini in questa esperienza: perché anche lo sport può essere davvero uno strumento contro la guerra. Il progetto, che sta riscuotendo tanto successo, è iniziato lunedì scorso ad Ascea nel Cilento, dove i trentanove ragazze e ragazzi ucraini partecipano a un camp, curato dalla ex pallavolista della nazionale italiana Manù Benelli con la presenza di Rodolfo ’Giobbe’ Giovenzana di Moxa odv.

In seguito la comitiva risalirà l’Italia con i ragazzi che andranno in Piemonte, ospiti della Scuola Pallavolo Biellese, e le ragazze andranno in Veneto, ospiti della Pallavolo Susegana: ai ragazzi e alle ragazze che arrivano dall’Ucraina verranno proposte proporremo diverse esperienze sportive, ludiche e di socializzazione con i giovani locali, in un progetto che nasce da un’idea del gruppo EXPERIENCE, supportato dall’Associazione Modena per gli altri MOXA ODV.

Riccardo Cavazzoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su