Mondiali di atletica 2024: Mattia Furlani, 19 anni, è argento nel salto in lungo

Il laziale si arrende solo a Tentoglou chiudendo la finale ai Mondiali con 8.22, stessa misura che vale l'oro per il greco campione olimpico e mondiale in carica

di GIANLUCA SEPE -
2 marzo 2024
Mattia Furlani (Ansa)

Mattia Furlani (Ansa)

Roma, 2 marzo 2024 – Mattia Furlani conquista la medaglia d’argento nel salto in lungo ai Mondiali di Atletica Indoor di Glasgow. Il giovanissimo primatista si piazza al secondo posto dietro il padrone della disciplina Miltiadis Tentoglou, che conferma il titolo. Il giovanissimo campione delle Fiamme Oro porta così a casa la seconda medaglia per la rappresentativa italiana alla rassegna iridata.

Approfondisci:

Furlani, mamma Kathy: “Non siamo sorpresi dell’argento mondiale, era tutto previsto”

Furlani, mamma Kathy: “Non siamo sorpresi dell’argento mondiale, era tutto previsto”

Peccato per Furlani che ci prova fino alla fine, volando come lo Spider-Man di Miles Morales a cui è stato paragonato per la somiglianza. Nella prima fase l’azzurro ha subito voluto marcare stretto l’avversario greco proponendo un salto a 8.22, a pari merito con il primatista ellenico, segno che a dispetto dei 19 anni Furlani è uno dei talenti più cristallini dell’atletica internazionale. Nei due salti successivi poi il saltatore laziale non è riuscito a superare gli 8 metri staccando sempre di poco in anticipo rispetto alla distanza ideale. Con le due misure di 7.91 e di 7.86 è rimasto comunque in scia al Tentoglou, dando sempre l’impressione di poter fare qualcosa in più. Dietro all’azzurro e al greco, la battaglia per il terzo posto ha visto invece il tedesco Batz e poi l’americano Lawson con 8.06.

Nei tre salti finali Furlani ritrova la lucidità e nel primo salto stacca alla distanza giusta dalla linea rossa volando a 8.10, seconda miglior misura della sua finale che gli vale il primo posto provvisorio. Immediata però la risposta del campione del mondo olimpico in carica che fa registrare un 8.15 che lo riporta al comando. Nel penultimo salto Furlani va a 8.06, con il suo miglior terzo salto di questa corsa iridata, con Tengoglou a 8.11. Alle spalle del diciannovenne italiano e del campione olimpico, il giamaicano McLeod a 8.21 dopo diversi nulli nei salti iniziali. Furlani poi tenta il tutto per tutto, spingendo al massimo nell’ultimo salto che tuttavia lo vede superare la linea di 14 cm, annullando la chance di strappare l’oro al greco che alla fine chiude con un ultimo salto a 8.19.

Per l’italiano una grande prova, con l’argento conquistato con la stessa misura del campione olimpico. Il diciannovenne delle Fiamme Oro ha confermato così tutto il suo talento, dopo aver già conquistato a livello giovanile tutto quello che si poteva vincere in ambito continentale, con due ori Under 18 e un titolo iridato Under 20, oltre ad un oro e un argento messi al collo ai Giochi Europei. A febbraio 2024 poi il salto da 8,34 metri che gli è valso il primato U20, presentandosi così ai Mondiali di Atletica Indoor di Glasgow tra i favoriti, con lo stesso atleta laziale che non aveva nascosto le sue ambizioni di voler cercare il massimo risultato possibile.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su