Mountain bike. A Esanatoglia weekend con i campioni

Il Santoporo XC a Esanatoglia nel 2024 attira i migliori rider internazionali per una sfida di mountain bike Xco. Numeri da record e tracciato tecnico promettono un weekend emozionante.

29 marzo 2024
A Esanatoglia weekend con i campioni

La ventiquattrenne Giada Specia, numero 18 del ranking mondiale

È l’unico appuntamento di mountain bike Xco a carattere internazionale in programma nel 2024 nel centro-sud Italia, una due-giorni che nella prossimità dei Giochi Olimpici fa convergere sul crossdromo “Gina Lepretti” di Esanatoglia i top rider del cross country. Il Santoporo XC si appresta a regalare un weekend affascinante: al via alle 10 di domani le categorie agonistiche junior maschile, alle 12 donne open e junior e alle 14.30 uomini (14.30), prove valide per il circuito degli Internazionali d’Italia series; domenica, a partire dalle 10, le gare di giovani e giovanissimi inserite nel calendario del Gran Prix Centro Italia. La regia è a cura della Bravi Platforms team, scuola di ciclismo fuoristrada di Castelfidardo . Si profila una edizione con numeri da record. In gara saranno circa 700 i biker per sfide di alta qualità, ci saranno fra gli altri Charly Aldrige, campione del mondo under 23, e il danese Simon Andreassen che con il team tedesco del Cannondale Factory Racing sono già ad Esanatoglia per allenarsi su un tracciato impegnativo e probante. Presenti atleti svizzeri, austriaci, dalla Repubblica Ceca e quasi tutti i team italiani con i fratelli Pedersen, Sofie (campione d’Europa under 23) e Gustav, campione in carica in Danimarca in forza al Wilier Vittoria Mtb Factory Team. Tra gli azzurri, attenzione al campione italiano junior Elian Paccagnella (argento ai mondiali di Glasgow 2023) e Giada Specia, già tricolore e numero 18 del ranking mondiale. Fra i marchigiani, il tifo sarà per l’osimano Alessio Agostinelli, della Superbike Bravi Castelfidardo ora nei ranghi della KTM Protek Elettrosystem, e per Giulia Rinaldoni, cresciuta nella polisportiva Morrovallese ed oggi in forza allo Scott racing team. Le peculiarità del percorso, 3.600 metri per 160 metri di dislivello da ripetersi più volte a seconda della categoria, rispecchiano i criteri del cross country moderno, sviluppandosi sulle pendenze naturali della collina con l’inserimento di passaggi artificiali che lo rendono ancor più tecnico e selettivo.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su