Serie B Nazionale. Fabo cerca la fuga. Lo scoglio è Legnano

BASKET Per la Fabo Herons Montecatini c’è qualcosa di più dei due punti in palio stasera al PalaBorsani di Legnano, dove...

16 dicembre 2023
Fabo cerca la fuga. Lo scoglio è Legnano
Fabo cerca la fuga. Lo scoglio è Legnano

Per la Fabo Herons Montecatini c’è qualcosa di più dei due punti in palio stasera al PalaBorsani di Legnano, dove alle 20,30 gli "aironi" saranno in campo contro la Sae Scientifica Legnano per la 15ª giornata del campionato di Serie B Nazionale.

In caso di successo infatti Natali e compagni non solo arriverebbero a toccare quota 24 punti in classifica ma difenderebbero il primato dall’assalto del trio di inseguitrici formato da Gema Montecatini, Pielle e Libertas Livorno, e al contempo farebbero un ulteriore passo in avanti verso il sogno chiamato final four di Coppa Italia. Inoltre, battere a domicilio quella che nei pronostici della vigilia era una delle indiziate principali al salto di categoria, sarebbe un’iniezione di fiducia non da poco: già, perché i Knights non solo hanno arricchito il roster con il giocatore comunitario più decisivo del campionato al pari di di Ruvo, ossia il tedesco a stelle e strisce Nik Raivio, ma si sono anche affidati a uno dei coach più vincenti della categoria, quel Paolo Piazza reduce dall’esaltante cavalcata verso la A2 con la Elachem Vigevano della stagione scorsa, con nel roster fra gli altri anche il rossoblù Alberto Benites.

Le sue squadre però hanno sempre sofferto quelle di coach Federico Barsotti: fra San Miniato ed Herons infatti il tecnico lombardo è riuscito a battere l’attuale condottiero termale solo una volta dopo svariati tentativi: "Legnano è una formazione ambiziosa ed è stata nettamente la regina del mercato estivo con gli acquisti di Raivio, giocatore totalmente fuori categoria per la Serie B, e di Planezio, elemento dalla grandissima intelligenza cestistica che nella scorsa stagione ci ha punito con Orzinuovi – commenta il tecnico Federico Barsotti –; gli uomini di coach Piazza hanno avuto fin qui un cammino più altalenante di quello previsto ma sono in crescita, hanno vinto tre delle ultime quattro partite e sembra abbiano trovato una quadra. Da un punto di vista tecnico conosciamo bene il suo stile e quello del suo allenatore: è una squadra che predilige ritmi lenti per costruire il suo gioco e che ha giocatori di grandissima esperienza come Marino, Casini e Sacchettini. Noi abbiamo avuto una settimana complicata, non siamo riusciti ad impostare il lavoro come volevamo a causa dei tanti contrattempi di tipo fisico che hanno colpito i giocatori, a cui si è aggiunta anche l’influenza, ma sappiamo esattamente che tipo di partita dovremo fare per cui cercheremo di farci trovare pronti".

Dall’infermeria in settimana sono arrivate le tanto attese news sull’infortunio alla spalla di Adrian Chiera, che si è rivelato meno grave del previsto ma i cui tempi di recupero non sono ancora chiari: "E’ improbabile che Adrian sia della partita, ma non impossibile – annuncia criptico il tecnico della Fabo – Scioglieremo le riserve soltanto all’ultimo momento".

Filippo Palazzoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su