Alle 18 al PalaCattani. I Blacks alla prova del derby. La Virtus Imola senza Valentini

I Blacks affrontano la Virtus Imola in un derby cruciale per entrambe le squadre. Entrambe in forma, ma con defezioni importanti. La partita si preannuncia fisica e tattica, con entrambe le squadre determinate a vincere.

18 febbraio 2024
I Blacks alla prova del derby. La Virtus Imola senza Valentini

Da sinistra l’allenatore di Faenza, Lotesoriere, e Mitch Poletti, che ha avuto da subito un grande impatto (foto Tedioli)

Una vittoria per chiudere una settimana perfetta. I Blacks riceveranno alle 18 al PalaCattani la Virtus Imola in un derby fondamentale per il loro cammino, nonostante manchino ancora dieci giornate al termine della regular season. Vincere significherebbe centrare la terza vittoria in otto giorni dopo quelle con Fabriano in casa e ad Ozzano nel turno infrasettimanale ed inoltre permetterebbe di ottenere per la prima volta in stagione una striscia di tre successi consecutivi, un tabù che non ha mai permesso ai Raggisolaris di avere continuità di rendimento. I faentini, attualmente sesti insieme a Fabriano, arrivano al match in ottime condizioni fisiche e mentali, ma anche la Virtus è in grande forma, nonostante la sicura assenza del play Valentini, out per un problema muscolare, e il quasi certo forfait dell’esterno Alberti, alle prese con un fastidio ad un piede. Nonostante queste defezioni, i gialloneri hanno battuto Fabriano mercoledì scorso, rilanciandosi addirittura nella corsa playoff. La forza della Virtus è il carattere di un gruppo che non molla mai e che se la gioca contro ogni avversario, potendo contare su giocatori esperti come Masciarelli, Ohenhen, Barattini e l’ex di turno Chiappelli. Fondamentale sarà dunque la tenuta nervosa oltre al lato tecnico, perché di sicuro sarà un derby molto fisico e ‘sporco’. "La Virtus Imola è una squadra in salute e lo sta dimostrando in ogni partita – afferma coach Alessandro Lotesoriere –: ha vinto con Fabriano, ha perso negli ultimi secondi con Roseto e a Ruvo di Puglia ha avuto a 20’’ dalla fine il tiro del sorpasso. Oltre che dal lato tecnico, le insidie ci saranno anche da quello fisico, perché sarà la terza gara in una settimana e dunque dovremo essere bravi a recuperare le energie". Una delle chiavi del match sarà la lettura delle situazioni tattiche, visto che la Virtus è davvero imprevedibile.

"La forza di Imola è di avere tanti giocatori duttili che possono essere impiegati in più ruoli, dando così la possibilità a coach Zappi di schierare molte tipologie di quintetto, da quello più fisico a quello più atletico, e tutti possono potenzialmente essere protagonisti. Ognuno può ritagliarsi il proprio spazio in un momento della partita con un canestro o un rimbalzo. Altro punto di forza è la mentalità, perché il gruppo ha ben chiaro il proprio obiettivo, che è la salvezza, e come fare a raggiungerlo ed infatti non abbassa mai la concentrazione, restando in partita fino alla fine. Inoltre la Virtus mantiene sempre alta l’aggressività e l’agonismo e dovremo essere bravi a farci trovare pronti per non subire il suo gioco. Servirà quindi essere determinati sin dalla prima azione come abbiamo fatto con Ozzano, perché ogni dettaglio potrà essere fondamentale".

Luca Del Favero

Continua a leggere tutte le notizie di sport su