Basket A2 femminile. Matelica, primo ko interno

Treviso fa forza sulla sua difesa. Contestato il permissivismo degli arbitri. Pesano tra le locali l’assenza di Gonzalez e le precarie condizioni di Georgieva.

24 dicembre 2023
Basket A2 femminile. Matelica, primo ko interno
Basket A2 femminile. Matelica, primo ko interno

HALLEY THUNDER

55

MARTINA TREVISO

62

HALLEY THUNDER: Kraujunaite 9, Cabrini 6, Stronati ne, Celani, Georgieva, Gramaccioni 13, Poggio 5, Gonzalez ne, Zamparini ne, Poggio 5, Montelpare, Offor 11, Sanchez 11. All. Sorgentone.

MARTINA TREVISO: Zagni 3, Vespignani 14, Amabiglia 4, Perini 10, Moretti 5, D’Angelo 11, Gini, Pobozy 7, Da Pozzo 8, Egwoh. All. Matassini.

Arbitri: Silvestri e Lilli di Roma.

Parziali: 16-10, 26-27 (10-17), 35-43 (9-16), 55-62 (20-19).

Panettone amaro per la Halley Thunder che nell’ultimo match del 2023 incassa la prima sconfitta casalinga della stagione. La squadra veneta, che vanta la miglior difesa del girone, conferma la propria aggressività difensiva e, date le sue caratteristiche, non poteva trovare arbitraggio migliore nella direzione della coppia laziale Silvestri – Lilli, i quali adottano fin da subito un "metro" piuttosto permissivo. E questo, a conti fatti, ha sicuramente favorito il modo arcigno con cui Treviso ha giocato la partita. La Halley prova a contrastare le avversarie sui rimbalzi (uno dei suoi punti di forza), ma in attacco soffre molto. La Gramaccioni cerca di far valere la sua tecnica, la Offor ci mette la fisicità sotto le plance. Poi, in avvio di ultimo quarto, la Sanchez firma uno splendido 7-0 grazie alla sua classe cristallina e riapre così la partita che risultava compromessa dopo un primo tempo sostanzialmente in equilibrio (26-27) e una terza frazione da dimenticare (35-43). In quel momento la Halley prova a giocarsela fino in fondo, però non riesce a contenere una scatenata Vespignani (miglior realizzatrice del match con 14 punti) e soprattutto non può contare sull’esperienza del capitano Gonzalez, ancora fuori per infortunio. Un’assenza che dura da 5 settimane e che comincia a pesare sull’economia della squadra, anche perché abbinata alle non perfette condizioni fisiche della bulgara Georgieva, la quale firma una fugace apparizione contro Treviso. Le matelicesi, in ogni caso, al di là di questa battuta d’arresto, rimangono nei piani alti della classifica: ora sono terze alle spalle di Roseto e Udine. Torneranno in campo il giorno dell’Epifania per il derby con l’Ancona (in trasferta, ultimo turno dell’andata). Vincendo quel match avranno in tasca la matematica qualificazione alle finali di Coppa Italia.

m. g.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su