Basket, in C il Cosmocare Cus Pisa chiude l'andata con la sfida salvezza con Synergy

A San Giovanni Valdarno la vittoria è d’obbligo per rilanciare classifica e morale

30 novembre 2023
La forza del gruppo sarà fondamentale a San Giovanni Valdarno

La forza del gruppo sarà fondamentale a San Giovanni Valdarno

Pisa, 30 novembre 2023 – Ultima giornata del girone di andata, nella regular season del campionato di serie C, con il Cosmocare CUS Pisa impegnato in trasferta, domenica a San Giovanni Valdarno, sul campo dell’ultima in classifica, la Synergy Basket, in una sfida che, pur solo a metà della stagione iniziale, ha il sapore dello spareggio per la salvezza. SYNERGY VALDARNO – La formazione di Valdarno, allenata da coach Stefano Baggiani, presenta un mix di esperienza e gioventù, con un terzetto di giocatori esperti, contornati da giovani talentuosi. L’atleta più conosciuto è il trentacinquenne Francesco Quaglia centro di 2,08, con trascorsi importanti in A2 (Fortitudo, Derthona, Agrigento), negli ultimi anni in B (Ancona, Imola, Jesolo), prima di approdare in Toscana, lo scorso anno in C Gold a Legnaia. In questa stagione sta viaggiando a 15 punti di media, risultando il punto di riferimento valdarnese sotto i tabelloni. In doppia cifra anche il play ventottenne Michelangelo Innocenti, da sempre alla Synergy, dove è cresciuto ed è tornato dopo esperienze in categoria in Emilia e Toscana, ed il ventisettenne capitano Giulio Bianchi. Vicini alla doppia cifra la guardia Leonardo Ceccherini, al nono anno in squadra, ed i giovani Coppi, Morandini e Mancini, a comporre un roster temibile da affrontare, che finora ha raccolto meno di quanto si aspettasse. La Synergy ha infatti vinto inaspettatamente alla seconda giornata con l’attuale capolista Mens Sana Siena, dopo un entusiasmante overtime, poi ha sempre perso, anche se spesso di misura. COSMOCARE CUS PISA – Non sta molto meglio il Cosmocare Cus Pisa, che, a fronte di tre vittorie in campionato, una prestigiosa pure contro Mens Sana, è reduce da due prestazioni in caduta libera, che hanno allontanato la squadra di coach Forti dall’idea dell’aggancio alla quarta posizione, ultima utile per la disputa della poule promozione. Fiorindi e compagni sono reduci da una sconfitta amara a Livorno, sul campo della Toscana Food Pallacanestro Don Bosco, e da un’altra ancora più cocente in casa con Sancat Firenze, al termine di un match in cui gli universitari sono stati in partita solo per 15 minuti, cedendo nettamente sul piano del ritmo e della difesa. Contro una squadra alla ricerca disperata di punti, che in casa propria ha sempre giocato alla pari con tutte le avversarie, il Cus dovrà tirare fuori tutte le proprie energie fisiche, tecniche e nervose, per poter tornare al successo e porre una seria ipoteca sulla salvezza. Giuseppe Chiapparelli  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su