Basket, in serie C il Cosmocare Cus Pisa cerca il primo successo contro la forte Agliana

Domenica alla 18 al PalaCus la sfida per abbandonare l’ultima posizione in classifica

di GIUSEPPE CHIAPPARELLI -
13 ottobre 2023
Per i cussini l’importante sarà trasformare la tensione in energia positiva

Per i cussini l’importante sarà trasformare la tensione in energia positiva

Pisa, 13 ottobre 2023 – Sempre a zero punti dopo le prime due giornate, in cui ha incontrato la forte Fides Livorno, ed una più abbordabile Juve Pontedera, il Cosmocare Cus Pisa torna in casa, domenica alle 18 al PalaCus, contro Agliana, in un autentico spareggio per abbandonare l’ultima posizione. AGLIANA - Avversaria due anni fa degli universitari, nella sfortunata stagione in C gold, in cui riuscì a raggiungere la salvezza proprio a spese dei cussini, Agliana è reduce da un campionato di livello, culminato con i play-off, in cui è stata eliminata da Quarrata. Da dieci anni sponsorizzata da Endiasfalti, la squadra pistoiese ha perso nell’estate coach Mannelli e molti dei suoi pezzi da novanta, ma ha preso il nuovo allenatore Giulio Gambassi e cinque nuovi giocatori di categoria, che completano un organico fatto di giovani molto promettenti e senior d'alto livello. Tra i nuovi innesti da segnalare Emanuele Rossi (ala alta ex Quarrata C gold), Daniel Catalano (guardia ex C gold Olimpia Legnaia), Tommaso Bacci (guardia ex Mens Sana in C gold), Matteo Andrei (lungo ex C silver a Campi Bisenzio), Niccolò Lazzeri lungo ex Mens Sana in C gold. Nella prima giornata la squadra neroverde si è arresa sul proprio parquet alla Juve Pontedera, nonostante i 24 punti messi a referto da un super Emanuele Rossi, calando nei minuti finali, nella seconda ha riposato. CUS PISA COSMOCARE – Dopo un avvio brillante, con la Fides, che ha poi vinto in volata grazie a fisicità e tecnica, il quintetto di Forti ha perso domenica scorsa a Pontedera in virtù di una prima metà gara inguardabile, priva di difesa, che ha concesso alla Juve ben 52 punti in 20 minuti. Nella ripresa Siena, Spagnolli, Carpitelli e Madeo hanno trovato la via del canestro, senza però riuscire mai a sorpassare i locali, che hanno meritatamente vinto di 5 lunghezze. Contro Agliana serviranno difesa e determinazione per rimanere in partita e giocarsi le chance di vittoria, con un avversario sicuramente temibile. “La squadra è alla ricerca di una identità in un campionato tutto in salita -dichiara il coach pisano Cristiano Forti. Dopo due sconfitte i ragazzi sono concentrati ma anche un po’ preoccupati e tesi: l’importante sarà trasformare sul campo la tensione in energia positiva, per conquistare i primi due punti”. Giuseppe Chiapparelli  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su