Basket, in serie C importante scontro salvezza per il Cosmocare CUS Pisa a Monsummano

Gli universitari dovranno tentare in ogni modo di vincere o, in subordine, di limitare il passivo

26 gennaio 2024
L'avvio del match giocato nella scorsa stagione a Monsummano

L'avvio del match giocato nella scorsa stagione a Monsummano

Pisa, 26 gennaio 2024 – A quattro turni dalla conclusione della prima fase del campionato di serie C, i punti diventano pesanti per il Cosmocare CUS Pisa, che ha vinto una sola volta nel girone di ritorno, scivolando al penultimo posto, in compagnia di Carrara e Monsummano, con due sole lunghezze di vantaggio sul fanalino di coda Synergy Valdarno. Proprio sul campo della Gioelleria Mancini Shoemakers di Monsummano, giocano domenica gli universitari, che, pensando alla seconda fase, in cui le squadre che lotteranno per la salvezza si porteranno dietro i punti degli scontri diretti, dovranno tentare in ogni modo di vincere o, in subordine, di limitare il passivo sotto i 17 punti, con cui i pisani avevano vinto al PalaCus. MONSUMMANO – A dispetto di una classifica modesta, la squadra termale è completa, estremamente talentuosa, con giocatori di categoria superiore, come Tommei, esperto play con passati in serie B e C gold, con medie a due cifre, e Manetti, centro di scuola empolese, visto in A2, in B ed in C gold. Nel settore dei lunghi, tanta esperienza arriva anche da Meacci, scuola Montecatini, negli ultimi anni in doppia cifra con Fucecchio in C silver, e da Vettori, al secondo anno a Monsummano dopo svariati anni trascorsi a Quarrata, mentre fra le guardie sono degni di menzione Calderaro, al sesto anno con i ciabattini, con medie importanti, il talentuoso giovane Lepori, insieme all’altro esterno di valore Danesi, ex Pallacanestro Prato in C gold. Cosmocare Cus Pisa – La squadra di Cristiano Forti non è propriamente in salute, l’innesto di Buzzo non ha finora dato gli esiti sperati ed il digiuno di punti, che dura dal 17 dicembre scorso, non sta certo aiutando il morale degli universitari. La formazione gialloblù dovrà ritrovare lo spirito dell’andata, quando, proprio contro Monsummano, colse il suo terzo successo, grazie ad un gioco dinamico che aveva esaltato i giovani e a 14 triple, con in evidenza Daniel Spagnolli in doppia/doppia cifra, Jacopo Giannelli i due under Cristofani e Madeo, soprattutto in fase difensiva. Di fronte ad una sfida potenzialmente decisiva per la salvezza (ne seguiranno altre con Don Bosco Livorno e Valdarno), Fiorindi e compagni dovranno tornare al successo, per ritrovare la serenità necessaria ad impostare al meglio la seconda fase. Giuseppe Chiapparelli  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su