Basket, inizia per il CUS Pisa con Bottegone il ritorno del girone per la permanenza in C

Dopo aver toccato il fondo, domenica con Fucecchio, il quintetto di Forti non può che far meglio

di GIUSEPPE CHIAPPARELLI -
21 marzo 2024
Gli universitari si devono sbloccare dopo la sconfitta bruciante con Fucecchio

Gli universitari si devono sbloccare dopo la sconfitta bruciante con Fucecchio

Pisa, 21 marzo 2024 – Inizia, per il Cosmocare CUS Pisa, il girone di ritorno nella seconda fase di qualificazione, orientata alla permanenza nel campionato di serie C. Gli universitari sono di scena in casa con il Valentina’s Bottegone, in una gara impegnativa che vive di motivazioni molto differenti: gli ospiti, impostisi all’andata di un solo canestro, cercano la salvezza diretta, senza passare dai play-off, i padroni di casa, scivolati sul fondo della classifica, dopo la sciagurata prova di domenica scorsa con l’ex fanalino di coda Fucecchio, tenteranno nelle ultime quattro giornate di risalire la chinam per affrontare in posizione più favorevoli gli spareggi per non retrocedere. BOTTEGONE – La squadra allenata da Maurizio Milani, neopromossa dopo aver stravinto il campionato di serie D dello scorso anno, ha in Riccio, ex Quarrata in C gold, che nella regular season ha viaggiato con una media vicina i venti punti a partita, Mati, guardia ex Montale, e nei lunghi Cukaj, ex Quarrata, Delage e capitan Banchelli gli atleti più validi. I ragazzi di Milani hanno terminato la prima fase al terzultimo posto, con 8 vittorie, 5 in casa e 3 in trasferta, e nel girone di qualificazione hanno vinto due partite su tre, mantenendosi in lotta per il terzo posto, ultimo utile per la salvezza diretta. Nella gara di andata, Quarta e compagni hanno buttato via il successo, dopo una rincorsa culminata con il sorpasso a pochi minuti dalla fine, con una rotazione saltata in difesa a 3” dal fischio, così come è accaduto domenica scorsa con Fucecchio. COSMOCARE CUS PISA – La squadra di coach Forti sembra aver toccato il fondo, dopo la gara persa in casa di un punto con Fucecchio, che fino a domenica scorsa era riuscito a vincere una sola partita da ottobre 2023, non tanto per la situazione in classifica, critica anche prima, quanto per l’atteggiamento visto in campo e la paura di vincere nei momenti topici conclusivi, in cui il quintetto è apparso bloccato psicologicamente, commettendo una serie indescrivibile di gravi errori. Dopo franchi colloqui tra la società, i giocatori e lo staff tecnico, la partita di domenica (ore 18 al PalaCus), dovrà servire per sbloccarsi e ripartire verso il futuro, che è pieno di insidie ma anche di opportunità. Giuseppe Chiapparelli  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su